La Rai querela Libero per diffamazione

La Rai querela Libero per diffamazione

ROMA – Un documento pubblicato dal quotidiano "Libero", diretto da Vittorio Feltri, contenente un presunto organigramma completo di circa 650 dirigenti Rai, che sarebbero schedati in base all'appartenenza politica, ha mandato su tutte le furie il direttore generale, Claudio Cappon, che ha deciso di querelare il giornale per diffamazione, sia in sede civile che penale, richiedendo una cospicua somma come risarcimento danni.

Cappon ha anche annunciato che l’azienda di viale Mazzini presenterà ricorso al garante della privacy affinché venga bloccata la diffusione o un ulteriore trattamento dei dati che si trovano contenuti nel documento finito nell’occhio del ciclone. Cappon ha evidenziato che metterà a disposizione gratuitamente l’Ufficio Legale per chi volesse tutelare i propri diritti, ritenendosi danneggiati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il direttore generale ha anche tenuto a precisare che in Rai non esiste alcun documento di quel tipo o alcuna schedatura in base alle appartenenze politiche.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -