La Regione apre al servizio civile per gli stranieri

La Regione apre al servizio civile per gli stranieri

BOLOGNA - La commissione "Politiche per la salute e Politiche sociali", presieduta da Monica Donini, ha approvato a maggioranza (astenuti pdl, lega nord e mov. 5 stelle) la delibera di Giunta che prevede le modalità per la presentazione dei progetti di servizio civile regionale (per l'anno 2011) per i giovani cittadini comunitari e stranieri tra i 18 anni (compiuti) e i 28 anni (da compiere).

 

I soggetti proponenti i progetti, secondo il provvedimento, sono (ai sensi dell'art. 8 della l.r. 20/2003) gli Enti iscritti all'albo regionale del servizio civile, prima e seconda sezione, aventi sede nel territorio della regione Emilia-Romagna. Nella delibera viene inoltre definito l'importo dell'assegno di servizio civile regionale da corrispondere mensilmente a favore dei giovani cittadini comunitari e stranieri selezionati dagli enti titolari dei progetti approvati e finanziati: 360 euro mensili per un impegno di 25 ore settimanali/monte ore di 1100 per 11 mesi (o 1000 ore per 10 mesi o 900 ore per 9 mesi) e 288 euro per un impegno di 20 ore settimanali/monte ore di 880 per 11 mesi (o 800 ore per 10 mesi o 720 ore per 9 mesi).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono 130 i giovani, in particolare giovani immigrati, che - ha rilevato l'assessore Teresa Marzocchi - sono coinvolti in questa esperienza, determinante per la collettività e motivante (può favorire tra l'altro anche un inserimento lavorativo) per i giovani". Andrea Pollastri (pdl), oltre a chiedere chiarimenti, ha rilevato lo spirito positivo del provvedimento per quanto riguarda l'integrazione. Paola Marani e Andrea Carini (pd) hanno apprezzato l'iniziativa di dare un servizio alla comunità e di favorire l'integrazione, attraverso un esperienza di socialità e di convivenza. Per chiarimenti "sui percorsi formativi di lingua italiana agli stranieri" è intervenuto Andrea Defranceschi (mov.5 stelle).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -