La Regione finanzia100 progetti per il sostegno di adolescenti e preadolescenti con difficoltà

“I progetti finanziati dal bando ci rendono orgogliosi – ha dichiarato Elisabetta Gualmini, vicepresidente della Regione e assessore al Welfare e Politiche abitative –. Danno la possibilità ai tanti giovani coinvolti di sviluppare le loro competenze"

Cento progetti per sostenere interventi educativi dedicati ad adolescenti e preadolescenti con difficoltà, finanziati attraverso il bando “Giovani generazioni” che mette a disposizione 590mila euro.  E’ l’impegno della Regione Emilia-Romagna, che ha approvato la graduatoria dei progetti presentati sulla base del bando. 

“I progetti finanziati dal bando ci rendono orgogliosi – ha dichiarato Elisabetta Gualmini, vicepresidente della Regione e assessore al Welfare e Politiche abitative – . Danno la possibilità ai tanti giovani coinvolti di sviluppare le loro competenze, di fare cose per gli altri, di conoscere persone nuove, di sentirsi pienamente in crescita. Coinvolgere gli adolescenti in progetti di volontariato, di promozione sociale e di pubblico interesse – prosegue la vicepresidente – ci sembra una direzione importante da percorrere”.

Con le risorse messe a disposizione, la Regione sostiene le attività di associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, oratori, parrocchie, diocesi che, entro il 2016, saranno impegnate a realizzare varie attività di tipo educativo e sociale dedicate a ragazze e ragazzi che, anche attraverso questi interventi, potranno avere maggiori possibilità di inserimento e di aggregazione.I fondi, deliberati dalla Giunta regionale, sono articolati su base distrettuale, in rapporto alla popolazione residente in età 11/17 anni. La graduatoria definita in esito alle domande pervenute ha individuato 17 progetti di rilevanza regionale e 83 progetti a rilevanza territoriale, questi ultimi distribuiti per ciascun distretto del territorio regionale. Complessivamente, quindi, 100 progetti di intervento nell’ambito dell’offerta educativa per il tempo libero, della promozione di forme di aggregazione (di oratorio o simili, di scoutismo), dell’educazione tra pari, per incentivare i ragazzi ad aiutarsi tra loro.

L’attenzione all’adolescenza come età complessa, con caratteristiche specifiche che occorre conoscere e riconoscere, è una priorità della Regione Emilia-Romagna, che ha trovato pieno sostegno nella programmazione territoriale di questi ultimi anni e nelle “Linee di indirizzo per la promozione del benessere e la prevenzione del rischio in adolescenza”, approvate nel 2013.  La delibera di Giunta con la graduatoria dei progetti selezionati è pubblicata sul sito web ERSociale all’indirizzo https://sociale.regione.emilia-romagna.it/documentazione/norme/regionale/delibera-di-giunta-1990-2015

Commenti (1)

  • ho letto il malloppone. domanda: cos'è koinè di savignano sul fiumicino che ha ottenuto 5196 euri per un progetto chiamato dire, fare, baciare??? e che progetto è? mi piacerebbe conoscerne finalità e modalità. grazie

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -