La riforma Calderoli in Romagna: 58 consiglieri e vari assessori in meno

La riforma Calderoli in Romagna: 58 consiglieri e vari assessori in meno

La riforma Calderoli in Romagna: 58 consiglieri e vari assessori in meno

BOLOGNA - Un taglio di centottanta (180) poltrone nelle undici citta' piu' importanti dell'Emilia Romagna, i nove capoluoghi piu' Imola e Cesena: 39 assessori e 141 fra consiglieri comunali e provinciali in meno. Sara' questo l'effetto in Emilia Romagna del Ddl Calderoli approvato oggi in via definitiva dal consiglio dei ministri. Se il disegno di legge passera' cosi' com'e' alle Camere, le sforbiciate di eletti ed eleggibili saranno consistenti e proporzionali.

 

Comunque mai inferiori al 16,6% rispetto al numero attuale di membri del consiglio provinciale di Bologna e delle giunte comunali di Cesena e Imola e fino alla punta massima della riduzione del 33% della giunta provinciale di Piacenza, il cui territorio non raggiunge i 300 mila abitanti e subirebbe una riduzione secca di due assessori sugli attuali sei. A fare i conti è l'agenzia Dire.

 

CONSIGLI COMUNALI. Per i Consigli comunali, Imola e Cesena, rispettivamente con 68.019 e 95.525 abitanti, rientrano nella fascia sotto i 100.000 abitanti che vedra' tagliato il numero degli eletti del 26,6%. In termini assoluti le assemblee passeranno dagli attuali 30 a 22 consiglieri. Bologna, la citta' piu' popolosa della regione con 374.944 abitanti, rientra nella fascia da 250 mila a 500 mila abitanti: passerebbe da 46 a 37 consiglieri (-9), con una riduzione percentuale inferiore, del 19,5%.

 

Taglio secco del 20% degli eletti, 8 consiglieri in meno passando da 40 a 32 consiglieri le assemblee, gli altri 8 comuni capoluogo, tutti tra i 100.000 e i 250.000 abitanti: Piacenza (101.778 residenti), Parma (182.389), Reggio Emilia (165.503), Modena (181.807), Ferrara (134.464), Ravenna (155.997), Forli' (116.208) e Rimini (140.137).

 

CONSIGLI PROVINCIALI. Sulle tre Province romagnole il taglio sarebbe di sei consiglieri a Provincia, nella fascia da 300 mila a 700 mila abitanti le assemblee passerebbero da 30 a 24 consiglieri. Succederebbe in provincia di Rimini (303.256 abitanti), Ravenna (385.729), Forli'-Cesena (388.019).

 

GIUNTE COMUNALI. Meno consistente numericamente (39) ma non percentualmente la cura dimagrante per le giunte in Emilia-Romagna. Nei comuni, col taglio di 21 delegati del sindaco, si va dai tre assessori in meno di Bologna sui 12 attuali (9, -25%), all'assessore in meno per Imola e Cesena (da sei a cinque, -16,6%), fino ai due assessori in meno per gli altri otto capoluoghi, che avrebbero giunte di 8 membri contro i 10 attuali (-20%).

 

GIUNTE PROVINCIALI. Nelle giunte provinciali, ridotte di 18 unita' in Emilia Romagna, Piacenza paga con un 33% in meno di assessori (da sei a quattro) i suoi 285.922 abitanti, che la fa scendere sotto la soglia "protetta" dei 300.000 abitanti. Le sette province comprese tra 300.000 e 700.000 abitanti (tutte  tranne Bologna) pagherebbero un 'obolo' di due assessori ciascuna- da 8 a 6- con una riduzione percentuale del 25% e in assoluto di 14 assessori. Chiude Bologna, che sfiora il milione  di abitanti (976.175) cedendo altri 2 assessori dai 10 attuali, quindi una riduzione di 'solo' il 20%.

 

I dati sono riferiti a situazioni astratte. Le giunte romagnole, per effetto di varie normative, sono infatti numericamente ben più consistenti, e quindi la cura dimagrante è superiore: tra i Comuni si va dai 12 assessori di Rimini, agli 11 di Ravenna, 10 di Forlì, 9 di Imola, 8 di Cesena. Per quanto riguarda le Province: Forlì-Cesena ha 10 assessori, Ravenna 9 e Rimini 6 (tutti i dati si intendono esclusi i sindaci e presidenti di Provincia)

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di verroracing
    verroracing

    Che bella cosa ! finalmente si inizia a vedere anche fra i "politicanti" la parola licenziamento per sovrannumero o inutilità !

  • Avatar anonimo di benpensante
    benpensante

    speriamo che vada avanti l'intelligenza ed il merito e non solo il clientelsmo ed il nepotismo

  • Avatar anonimo di Effe
    Effe

    Giusto Calrino! Mettiamo tutto nelle mani dei dirigenti!

  • Avatar anonimo di Carlino
    Carlino

    Finalmente una buona notizia. E' ora che vadano a lavorare questi occupa-poltrone.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -