La Val Bidente celebra la carne bovina romagnola

La Val Bidente celebra la carne bovina romagnola

La Val Bidente celebra la carne bovina romagnola

Prende avvio con un convegno informativo che si terrà sabato 30 ottobre la manifestazione dal titolo "Piacere... la carne si presenta", che si svilupperà nei mesi di novembre e dicembre nella valle del Bidente. L'obiettivo della manifestazione è quello di valorizzare l'animale nella sua totalità e quindi i tagli minori di carne bovina. Del bovino, infatti, non esiste solo la richiestissima fiorentina, ma ci sono altri tagli dal sapore peculiare e che appartengono alla tradizione culinaria romagnola

 

 come per esempio il doppione, l'arrosto di pancia, la spalla al forno, la lingua salmistrata, la trippa in umido, la faentina (pancia tagliata a fette da fare alla griglia). L'iniziativa è promossa dall' "Associazione carne biologica Val Bidente", in collaborazione con Prober e "Il Magnifico consorzio bovina romagnola" e con la partecipazione della Provincia di Forlì-Cesena.

 

La cornice dell'iniziativa

Questa rassegna di eventi e degustazioni è una delle iniziative di avvio della prima filiera di carne bovina biologica di Romagna, progetto che si inserisce coerentemente nella strategia portata avanti dall'assessorato alle Politiche agro-alimentari della Provincia di Forlì-Cesena di integrare le filiere produttive. L'associazione vede l'aggregazione di 4 aziende agricole della Val Bidente (Acero Rosso, Ravaglia, Scavone e Severi) e la collaborazione della cooperativa CTA di Premilcuore, per la produzione, e della cooperativa di Sadurano come punto vendita. La filiera ha appena avviato un programma di produzione di due capi a settimana per un totale annuo di oltre 100 capi bovini in filiera biologica. "Dopo aver lavorato assieme alle imprese per gli aspetti organizzativi - illustra l'assessore provinciale all'Agricoltura Gian Luca Bagnara - il nostro obiettivo è ora quello di valorizzare tale filiera sul mercato attraverso un calendario di eventi".

 

IL PROGRAMMA:

Il convegno di sabato 30 ottobre

Primo appuntamento, per la   giornata di sabato 30 ottobre, è un convegno intitolato proprio "Piacere... la carne si presenta", che introduce e approfondisce con gli operatori della filiera bovina il tema dei tagli minori e della loro valorizzazione. Il seminario sarà ospitato dalle 10,30 nella sala della Rocca del Castello di Civitella di Romagna. Interverranno il sindaco di Civitella Pierangelo Bergamaschi, per un saluto, l'assessore provinciale all'Agricoltura Gian Luca Bagnara, il medico nutrizionista dell'Ausl di Forlì Claudia Cortesi, che parlerà degli aspetti nutrizionali della carne, l'esperto di Pro.ber (Associazione dei produttori biologici e biodinamici dell'Emilia-Romagna) Pietro Venezia, medico veterinario omeopata che relazionerà sui vantaggi del metodo di allevamento biologico,  Lisa Paganelli, medico veterinario, che si occuperà di benessere animale e dei progetti di valorizzazione della carne biologica, e Piero Tassinari, allevatore e rappresentante del consorzio "Il Magnifico". La giornata si svolgerà introducendo il progetto della filiera corta e come tale progetto si sia realizzato nella vallata del Bidente. In particolare, attraverso questa giornata si vuole far conoscere anche al consumatore come sia possibile utilizzare le parti meno pregiate per realizzare i migliori piatti della tradizione romagnola. L'evento si concluderà con la dimostrazione e la degustazione di alcuni piatti realizzati dai cuochi rappresentanti dell' "Associazione carne biologica Val Bidente e "Consorzio Il Magnifico".

 

Stand alla Fiera dei Santi il 1 novembre

La partenza di questo ciclo di degustazioni è pressoché coincidente con una delle più importanti manifestazioni locali dedicate alla carne bovina, la tradizionale Fiera dei Santi di Civitella di Romagna, in programma per lunedì 1 novembre in piazza Berlinguer, all'interno della quale si potranno degustare, con l'iniziativa "Cuochi in piazza" (dalle ore 12), i piatti più rappresentativi della tradizione romagnola basati su tagli minori di carne bovina. La manifestazione di Civitella prevede, per il 1 novembre, anche la mostra e la premiazione dei migliori capi bovini, il mercato dei vitelli da ristallo e il mercato ambulante, mentre domenica 31 ottobre sono in programma un raduno di auto d'epoca e iniziative per la salute con check-up itineranti da parte dell'Avis.

 

Tagli minori in macelleria e al ristorante per i mesi di novembre e dicembre

Ma non finisce qui: la promozione dei tagli minori di carne bovina continuerà dal convegno alla tavola. Infatti, per tutti i sabati dei mesi di novembre e di dicembre in alcuni punti vendita sarà possibile acquistare piatti preparati per l'occasione. Le macellerie presso le quali si potranno trovare i prodotti a tema sono:  La dispensa di Sadurano, viale dell'Appennino 228 a Forlì (pizza di carne, rotolo primavera, svizzere aromatizzate, arrosto di pancia), Il Magnifico presso l'Eurospin di via Mazzini 2 a Galeata (Burguignon, involtini con verdure, cotolette con farina di castagne, stracotto),  e macelleria Amanti di via Matteotti a Cusercoli (brasato al Sangiovese, trippa alla Cusercolese, lingua salmistrata, doppione con patate).

 

Infine, anche i ristoranti e gli agriturismi del territorio aderiscono all'iniziativa. Ogni venerdì sera dal 5 novembre al 15 dicembre nei ristoranti e agriturismo aderenti al progetto sarà possibile degustare i piatti della tradizione, tutti basati su carne di filiera corta del "Consorzio Il Magnifico" e dell'Associazione Carne Biologica Val Bidente. Questo il programma: 5 novembre all'agriturismo Acero Rosso di Civitella di Romagna, il 12 novembre all'Osteria La Campanara di Galeata, il 19 novembre all'Agriturismo Villa Renosa di Rocca San Casciano, il 26 novembre al Il Vecchio Convento di Portico, il 3 dicembre alla Condé di Fiumana, il 10 dicembre alla "Fattoria di Sadurano" di Castrocaro, mentre mercoledì 15 dicembre si concluderà la manifestazione al ristorante di Casa Artusi con entrambe le associazioni produttrici. Ogni serata, con menù a tema, sarà preceduta da una breve introduzione dei rappresentanti delle associazioni e degli allevatori per spiegare i piatti che saranno presentati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -