Lavoro, Lega Nord attacca la Regione: "Burocrazia lascia senza indennità dipendenti pmi"

Lavoro, Lega Nord attacca la Regione: "Burocrazia lascia senza indennità dipendenti pmi"

"Intoppi burocratici riconducibili alla Regione Emilia-Romagna" sarebbero la causa dei ritardi nell'erogazione delle indennità a favore dei dipendenti delle piccole imprese, in particolare artigianali, ammesse alla cassa integrazione.

 

E' quanto afferma il consigliere regionale Roberto Corradi (lega nord) in un'interrogazione, evidenziando che, nonostante il Governo nazionale abbia già stanziato le risorse necessarie, questi lavoratori non percepirebbero alcuna somma dal settembre 2009 per i ritardi burocratici regionali.

"Nella procedura di adesione alla cassa integrazione ad opera delle piccole imprese" e di conseguenza dei loro dipendenti - scrive Corradi - si sarebbe infatti inserita, lo scorso anno, la Regione che "ha vagliato le domande delle singole ditte, pubblicando successivamente l'elenco di quelle ammesse, che provvedeva ad inviare all'INPS".

 

Ritenendo che sia necessario rimuovere "con estrema urgenza" gli "eventuali" intoppi, il consigliere chiede alla Giunta regionale quali siano le ragioni dei ritardi connessi all'espletamento delle pratiche di erogazione delle somme e se intenda provvedere immediatamente allo sblocco dei vincoli burocratici per consentire all'INPS di erogare le indennità spettanti ai lavoratori. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -