Lavoro nero, 15 aziende 'pizzicate' nel Ravennate

Lavoro nero, 15 aziende 'pizzicate' nel Ravennate

RAVENNA – Sono quindici le aziende sorprese ad impiegare lavoratori in “nero” dagli agenti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna impegnati nel corso della settimana in un servizio straordinario di controlli a Faenza, Lugo e Ravenna. Sono state controllate diverse aziende di costruzioni e cantieri edili, ma anche imprese agricole o specializzate nel settore della sicurezza o della lavorazione tessile. I dipendenti non in regola sono risultati trentatré.


I controlli sono stati eseguiti dal personale del Nucleo di polizia tributaria e Seconda Compagnia di Ravenna e delle Tenenze di Lugo e Faenza. In 4 delle 17 aziende di costruzioni edili controllate, precisamente due legale in Ravenna e altre due, rispettivamente, con sede legale a Bologna e Cesena, sono stati individuati sette operai in “nero”. Nei confronti di queste ed altre imprese sono state elevate cinque multe per la mancata esibizione dei cartellini identificativi degli operai, quattro per la rimozione dei libri paga e matricoli dai luoghi di lavoro e due per omessa istituzione di libri paga e matricola.


Nel corso della settimana sono state oggetto di controlli un’impresa di lavorazioni tessili a Faenza gestita da cinesi dove sono stati trovati due dipendenti connazionali in nero, regolarmente presenti nel territorio nazionale; due aziende agricole nel comune di Lugo, dove sono stati trovati complessivamente sei italiani e due polacchi in “nero” ed un impresa operante nel settore della sicurezza in Lugo, risultata regolare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


I finanzieri hanno controllato nella serata di San Valentino anche nove ristoranti nel faentino e nel lughese. Otto di questi sono risultati irregolari per avere impiegato sedici lavoratori completamente in nero, oltre ad altri 9 lavoratori “in grigio”. Duranti i controlli sono state contestate sei sanzioni per omessa esibizione dei libri paga e matricola.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -