Le armi della ?ndrangheta tornano ad uccidere

Le armi della ?ndrangheta tornano ad uccidere

Le armi della ‘ndrangheta tornano ad uccidere. Un uomo di 33 anni, Francesco Capicchiano, è rimasto ucciso in un agguato ad Isola Capo Rizzuto, nei pressi di Crotone. I sicari hanno sparato diversi colpi d’arma da fuoco, uccidendolo il giovane sul colpo. L’omicidio è stato compiuto nel giorno del funerale di Luca Megna, il 37enne figlio del boss Domenico, assassinato nella notte tra sabato e domenica in un agguato dove è rimasta ferita la figlia di 4 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martedì pomeriggio, invece, è stato ucciso Domenico Cavallo, presunto affiliato a una cosca rivale della famiglia Megna. Cavallo era legato da rapporti di parentela a Pantaleone Russelli, presunto affiliato alla 'ndrangheta.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -