Le Camere di Commercio di Forlì-Cesena e Ravenna assieme per lo sviluppo turistico

Le Camere di Commercio di Forlì-Cesena e Ravenna assieme per lo sviluppo turistico

Le Camere di Commercio di Forlì-Cesena e Ravenna assieme per lo sviluppo turistico

FORLI' - Ben 400 mila euro all'anno per tre anni: sono le risorse che le Camere di commercio di Forlì-Cesena e di Ravenna, assieme ad altri enti e alla Fondazione Carisp Forlì, mettono nel motore della promozione e della pubblicizzazione del territorio romagnolo all'estero. Lo scopo è dare ossigeno al turismo locale e far approdare sul territorio delle due province i tour operator e i grandi flussi del turismo internazionale, non solo sulla riviera adriatica, ma anche nell'entroterra e nelle città d'arte.

 

"La convenzione 2010-2012 rinnova la collaborazione con Ravenna sulla promozione turistica", ricorda Alberto Zambianchi, presidente della Camera di commercio di Forlì-Cesena. Collaborazione sostenuta con forza anche dalla città bizantina, come conferma Paola Morigi, segretario dell'ente camerale di Ravenna: "Le due province hanno caratteristiche simili, è giusto andare avanti assieme e far conoscere il nostro territorio, anche perché in un'Europa unita i singoli provincialismi non hanno più il senso del passato". L'auspicio è che su questo campo possano aggregarsi anche Ferrara e Rimini.

 

Cosa è stato fatto per effetto di questi accordi di collaborazione sul turismo? Nell'anno in corso sono stati realizzati redazionali informativi sui 'magazine' dell'aeroporto di Forlì e della compagnia aerea Wind Jet. E ancora: sono stati prodotti un video e la guida turistica 'Terre di Romagna' in italiano, inglese, tedesco e olandese, oltre a pubblicazioni destinate nello specifico all'Olanda. La promozione turistica, ha spiegato il segretario della Camera di commercio di Forlì-Cesena Antonio Nannini, è passata anche da stand e corner presenti in viarie iniziative e punti strategici come il museo San Domenico a Forlì, gli eventi ciclistici 'Nove Colli' e 'Sportur Bicycle', le '100 città d'arte' di Ravenna'. All'estero, si annoverano le partecipazioni a fiere in Olanda, in Svezia, in Polonia e in Inghilterra, oltre ad educational tour rivolto a giornalisti di tutta l'Europa settentrionale.

 

Plaude alla convenzione il sindaco di Forlì Roberto Balzani: "Va nelle direzione giusta, una buona notizia per il territorio". Anche Guglielmo Russo, vice-presidente della Provincia di Forlì-Cesena parla di "promozione intelligente del territorio perché parte dalle eccellenze che possiamo offrire". Piergiuseppe Dolcini, presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì mette sul piatto i "450 mila visitatori che le mostre al San Domenico hanno portato in città negli ultimi anni" e precisa: "Con le mostre abbiamo capito che dobbiamo dare una prospettiva in più: quella del nostro territorio".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -