Le coop sociali di Forlì-Cesena al Governo: ''vogliamo i contributi pieni''

Le coop sociali di Forlì-Cesena al Governo: ''vogliamo i contributi pieni''

FORLI’ - Gli oltre duemila soci lavoratori delle cooperative sociali di Forlì-Cesena guardano con partecipazione alla Legge Finanziaria che è in fase di approvazione in Senato. Ne va delle loro pensioni. Il Governo, infatti, si è impegnato a inserire nel provvedimento un emendamento con cui superare il regime del “salario medio convenzionale”.

Il salario medio convenzionale è uno speciale regime contributivo che diminuisce i contributi pensionistici rispetto al valore economico dello stipendio, e dunque – se mantenuto tale – determinerà in futuro pensioni fortemente ridotte per i lavoratori del comparto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questo regime contributivo nacque per agevolare la costituzione delle cooperative sociali – dice Guglielmo Russo, responsabile settore Servizi e Welfare di Legacoop Forlì-Cesena – ma oggi non ha più ragione di esistere, sia perché la cooperazione sociale si è consolidata, sia per la qualificazione assunta dai lavoratori, le cui cooperative oggi sono impossibilitate a versare i contributi pensionistici pieni».

«Chiediamo – prosegue Guglielmo Russo - che il Governo rispetti l'impegno preso di inserire nella Finanziaria 2007 un emendamento che recepisca il superamento del salario medio. Purtroppo alla Camera questo impegno non si è ancora concretizzato. Legacoop si sta attivando nei confronti dei parlamentari romagnoli affinché esercitino ogni idonea iniziativa in questo senso». «D'altronde - conclude Russo – tale provvedimento è coerente con gli orientamenti generali del Governo Prodi volti alla valorizzazione e tutela del lavoro».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -