Le �domeniche speciali� di Cesena hanno fatto il pieno

Le “domeniche speciali” di Cesena hanno fatto il pieno

Le �domeniche speciali� di Cesena hanno fatto il pieno

CESENA - Le "domeniche speciali" di Cesena hanno fatto il pieno. Gli ultimi due appuntamenti di "La Domenica specialmente", andati in scena il 3 e il 10 gennaio, hanno ripetuto il successo della prima tranche della rassegna, svoltasi per sei domeniche da metà ottobre e alla fine di novembre con la partecipazione di oltre 50mila persone. Anche nelle ultime due giornate, infatti, migliaia di visitatori si sono riversati nel centro storico cittadino.

 

Particolarmente affollata - e non solo per la concomitanza con la Fiera del Saldo - la giornata di domenica scorsa, che ha visto protagonista il teatro di strada, con esibizioni in piazza Amendola (dove è andato in scena "Nanirossi show", spettacolo vincitore di molti premi nei festival d'arte di strada), in piazza Giovanni Paolo II e via Cesare Battisti. Grande successo anche per lo "Shakespeare in dialetto" proposto da Franco Mescolini e per il concerto del coro e dell'orchestra dell'accademia "MusiCaesena", svoltosi in un'affollatissima Chiesa dei Servi.

 

Insomma, il bilancio delle ‘domeniche speciali' è pienamente positivo, come sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l'assessore alla Cultura Daniele Gualdi. "L'alta partecipazione a tutte le iniziative che abbiamo proposto nel corso della rassegna  dimostra che la formula è azzeccata: la rassegna ha contribuito a vivacizzare il contro storico e ha confermato che la domenica è un giorno particolarmente adatto per iniziative culturali rivolte al grande pubblico, e in particolare alle famiglie".

 

"Non solo - hanno sottolineato Lucchi e Gualdi -. ‘La domenica specialmente' ha contribuito ad attirare visitatori dalle altre città romagnole. Anche domenica scorsa sono arrivati da Rimini, Forlì, Ravenna e quasi tutti si sono mostrati piacevolmente  sorpresi per la dinamicità di Cesena e hanno chiesto di continuare a ricevere informazioni puntuali sui nostri programmi culturali presenti e futuri. L'esperienza di questi mesi ci ha anche insegnato a programmare appuntamenti inediti per la nostra città e ha dimostrato che si possono allestire proposte interessanti con costi contenuti, attingendo a quello straordinario patrimonio di risorse culturali costituito dalle tante associazioni e dai tanti artisti attivi sul nostro territorio e contribuendo così alla loro valorizzazione".

 

"Mettiamo in archivio un'esperienza riuscita, anche per merito dell'impegno degli staff degli assessorati alla Cultura e al Turismo e della collaborazione con le associazioni di categoria e i consorzi dei commercianti - hanno proseguito -. A tutti loro un caloroso ringraziamento. E sicuramente terremo conto di questi risultati in futuro, non solo per la prossima edizione di ‘La Domenica specialmente', ma anche per l'ideazione di altri progetti importanti, che proporremo nel corso dell'anno".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -