Lega Pro, il Bassano ferma il Ravenna al 'Benelli'

Lega Pro, il Bassano ferma il Ravenna al 'Benelli'

Lega Pro, il Bassano ferma il Ravenna al 'Benelli'

RAVENNA - Dopo aver interrotto la striscia di quattordici gare senza vittoria, retaggio della scorsa stagione, al Ravenna non riesce invece il ritorno al successo davanti al proprio pubblico del 'Benelli'. Ad impedirglielo un Bassano che si conferma avversario scorbutico ma che nell'occasione deve ringraziare anche qualche decisione arbitrale. I giallorossi sono passati in vantaggio al 36' con Caturano, ma gli ospiti hanno trovato subito il pareggio con La Grotteria.

 

>LE IMMAGINI DELLA PARTITA, fotoservizio di Massimo Argnani e Massimo Fiorentini

 

L'inizio di match ha visto gli ospiti più intraprendenti e al tiro due volte nei primi quattro minuti, con Baido che da fuori ha sfiorato il palo e con Crocetti che ha rubato palla a Gardella, presentandosi davanti a Rossi che ha deviato in angolo. I giallorossi si sono fatti vedere al 7' con Rossetti che ci ha provato da dentro l'area, trovando la deviazione in angolo.

 

Quindi è stato di nuovo il Bassano a bussare due volte alla porta di Rossi che si ha detto 'no' alle conclusioni di Beccia (23') e La Grotteria (27'). Piovaccari, in procinto di andare via, al 34' ha liberato un velenoso sinistro, ma il diagonale è finito alto. Al 36' ad armarne il piede mancino è stato Fonjock, abile a rubare palla ad un avversario. Il tiro ha trovato la respinta di Grillo, ma Caturano non si è fatto mancare pronto all'appuntamento col goal.

 

Quando la gara sembrava aver preso la piega giusta per la squadra di mister Esposito, il Bassano ha trovato subito l'1-1: Grea ha sbagliato l'uscita palla al piede dalla difesa, con la palla arrivata a Beccia che da sinistra ha pescato sul secondo palo la testa di La Grotteria il cui colpo di testa non ha lasciato scampo a Rossi. Nella ripresa lavoro per i moviolisti al minuto 61, quando Caturano è stato atterrato da Basso che, anche lui incredulo, si è baccato solo il giallo.

 

Diverse le velleità del Bassano nei minuti successivi, la più pericolosa con un pallonetto di Crocetti ben respinto da Rossi. A cinque dalla fine Esposito ha richiamato Piovaccari il cui ringraziamento all'applauso del pubblico assomiglia tanto ad un addio: a prenderne il posto è Gerbino Polo. Al 90' è capitata ancora sui piedi di Iocolano, liberato da un cross da destra, l'occasione più ghiotta ma la conclusione non ha trovato la porta.

 

Le recriminazioni maggiori sono però quelle del Ravenna che, un minuto dopo, non si è vesito assegnare un calcio di rigore sugli sviluppi di una punizione di laterale di Guitto. L'ultimo tentativo di Fasano ha sorvolato la traversa. Il pareggio lascia comunque il Ravenna in testa alla classifica e domenica c'è la trasferta sul campo del Gubbio che ha vendicato la pesante sconfitta di Cremona con un netto 4-0 al Sudtirol.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -