LegaDue basket, Forlì nella tana della capolista Udine

LegaDue basket, Forlì nella tana della capolista Udine

LegaDue basket, Forlì nella tana della capolista Udine

FORLI' - La Snaidero del primato inatteso e dei suoi record battuti (otto vittorie in fila) non vuole fermarsi ma la matricola forlivese incomincia a carburare e a prendere le misure al nuovo campionato ed è avversario da non sottovalutare. Lo sa coach Garelli, che da forlivese d'adozione - lì ha allenato e si è sposato  - conosce bene il temperamento sanguigno dei romagnoli. Come il suo ds Davide Micalich, nato a Forlì anche se friulano vero. La MarcoPoloShop.it sarà al completo.

 

Nessun problema neanche per la Snaidero. Quella di domenica sarà la prima sfida tra le due compagini. In casa Udine Roberto Prandin ricorda le sfide con Forlì l'anno scorso. "A dir la verità l'anno scorso a Ozzano le abbiamo sempre prese da Forlì, tra amichevoli e campionato. Mi fa piacere che abbiano confermato il nucleo di giocatori italiani, aggiungendo un mio ex compagno di squadra, Alex Ranuzzi. L'anno scorso rappresentavano una sorta di corazzata e, infatti, hanno fatto una grande stagione, arrivando fino alla finale dei play-off, persa con la Fortitudo. Quest'anno hanno degli obiettivi diversi, hanno iniziato forse con qualche difficoltà, però negli ultimi tempi li ho visti in ripresa. Il loro allenatore predica soprattutto un gioco in velocità: in A dilettanti puntava quasi sempre su quintetti bassi, sfruttando tanto l'uno contro uno, provando ad andare a canestro già dai primi cinque secondi dell'azione e comunque sempre accelerando. Nella versione da Legadue, avendo in squadra un giocatore da post-basso come Gordon, hanno la possibilità di giocare anche a ritmi più bassi, appoggiando spesso il pallone sotto canestro".

 

Sul fronte romagnolo, parla l'esperienza di Francesco Foiera: "Andiamo sul campo della prima della classe. Classifica a parte, la Snaidero è una squadra costruita su sei-sette giocatori, di cui ben cinque vanno sempre in doppia cifra, più un paio di giovani molto interessanti. Squadra compatta e ben allenata. Abbiamo i nostri esterni che danno una grossa mano sui rimbalzi offensivi anche perché è un po' la loro caratteristica. Ovviamente nell'altra metà campo dobbiamo migliorare".


"La Snaidero è stata costruita con tre piccoli di scuola americana tra l'altro particolarmente propensi al gioco fisico - ha aggiunto Foiera -. Williams poi è un tre molto grosso, bravo anche a giocare spalle a canestro, tanto che spesso è impiegato come quattro. Una squadra insomma molto fisica ma a parte la partita con Lodi non ricordo altre gare dove abbiamo sofferto la fisicità".

 

GLI ARBITRI - Maurizio Pascotto di Portogruaro, nato il 23 gennaio 1958, 492 presenze tra serie A e Legadue, impiegato; Calogero Cappello di Porto Empedocle (Agrigento), nato il 10 ottobre 1971, 69 presenze in Legadue, impiegato; Dario Morelli di Brindisi, nato il 30 giugno 1976, esordiente in questa annata con 7 presenze, impiegato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -