LegaDue basket, l'Aget sfiora l'impresa a Venezia. Una bomba di Young la condanna

LegaDue basket, l'Aget sfiora l'impresa a Venezia. Una bomba di Young la condanna

LegaDue basket, l'Aget sfiora l'impresa a Venezia. Una bomba di Young la condanna

IMOLA - Una bomba allo scadere di Young ha consegnato la vittoria all'Umana Venezia contro un'ottima Aget Imola. Una magia arrivata al termine di una prova da 39 punti e 9/12 da tre, vincendo il duello con Trent Whiting (21). A dare l'ultima parità ai romagnoli era stato Ndudi Ebi (17), ma Young si è caricato sulle spalle la squadra per l'ultimo tiro che è valso una vittoria sofferta. Venezia ha fatto registrare un impressionante 15/30 da tre, mentre Imola paga ben 13 liberi su 33.

 

I biancorossi hanno fatto di tutto per mettere in difficoltà gli orogranata, soprattutto con una difesa a zona durata per ben 35 minuti. Sul parquet c'era anche Bruttini, nonostante i malesseri che l'hanno condizionato nell'ultima settimana. Trascinata dai tremila del Taliercio, l'Umana Reyer si è portata subito sul  7-2. Dopo 3'30 i padroni di casa, trascinati da Young, erano già sull'11-3. Dopo il time-out, Prato e Ebi hanno permesso agli ospiti di riavvicinarsi beneficiando di una serie di tiri liberi (14-12 al 7').

 

Due bombe di Clark hanno allontanato però la  minaccia di un aggancio (22-16 a 8'30"). I soliti Prato e Whiting hanno riportato Imola a soli due punti di scarto. Il secondo quarto si è aperto con una tripla di Whiting, che ha capovolto la situazione a vantaggio di Imola (22-23). Con gli ingressi di Meini, Maestrello e Causin, la Reyer nel giro di un minuto si è portata sul 28-23. Gli orogranata sono stati poi imprecisi in attacco per una serie di occasioni, permettendo Whiting di riavvicinare Imola (30-29 al 15').

 

Slay, ributtato nella mischia da Mazzon, ha riallungato il vantaggio (38-34). Nel terzo quarto, la situazione è restata in bilico fino a che Young non ha trovato la bomba del 49-44 al 23'. Con il terzo fallo a Bryan per uno sfondamento quantomeno dubbio, Imola è tornata a -1 (49-48 al 26'40"). Quindi la tripla di Whiting è valsa la parità. E' ovviamente dalla lunetta è arrivato il sorpasso di Imola (51-53). Cinque punti di fila di Young hanno riportato avanti la Reyer (59-56) ma Imola ha beneficiato di troppe seconde occasioni sotto canestro, arrivando a -1.

 

I soliti Prato ed Ebi hanno portato Imola sul +6 in apertura dell'ultima frazione mentre la Reyer ha faticato a trovare il canestro. Ci ha provato Young a caricarsi gli orogranata  sulle spalle con 8 punti di fila (67-69 a 6'15 dalla fine), facendo esplodere il Taliercio. Ringstrom ha trovato però la bomba che rispedisce la Reyer indietro (67-72). Il solito Young ha mantenuto vive le speranze orogranata , mentre la bomba di Clark è valsa il sorpasso (73-72) a 3'40" dalla fine.

 

Gli ultimi minuti sono stati una vera battaglia in campo. Whiting ha indovinato anche l'immaginabile. A quel punto ci è voluta una prodezza di Young a chiudere la gara. La  guardia usa ha indovinato la bomba a fil di sirena da nove metri che ha fatto letteralmente esplodere il Taliercio. Alla sirena tutt gli orogranata hanno accerchiato l'eroe di gionrnata che ha chiuso con uno straordinario 9/12 da tre e la standing ovation dei tremila supporters reyerini.

 

Umana Reyer - Aget Imola 80-77

Parziali: 22-20; 40-38; 59-58

Umana Reyer: Barretta ne, Clark 13, Allegretti, Causin 3, Slay 13, Di Giuliomaria 2, Meini 5, Vanin ne, Young 39, Maestrello 3, Ceron, Bryan 2.  All. Mazzon

Aget Imola: Moreno 4, Laganà ne, Scagliarini ne, Masoni 4, Prato 16, Ringstrom 9, Bruttini 9, Whiting 21, Amici ne, Ebi 14. All. Lasi

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -