LegaDue basket, la Fulgor espugna Ferrara e vede la salvezza

LegaDue basket, la Fulgor espugna Ferrara e vede la salvezza

LegaDue basket, la Fulgor espugna Ferrara e vede la salvezza

FORLI' - MarcoPoloShop missione compiuta: nel terzultimo turno di campionato, batte a domicilio Ferrara per 89-93 - dopo un finale punto a punto - e finalmente festeggia l'aggancio al plotone delle terzultime. Un gruppo composto da Verona, Reggio Emilia e Lodi, concorrenti dirette nella corsa salvezza, uscite tutte sconfitte. Un aggancio a quota 20 punti che tradotto, attualmente, varrebbe in virtù di scontri diretti e differenze canestri, la permanenza in LegaDue.

 

Al PalaSegest è andata in scena una partita rovente, tesa e densa, degna della posta in palio. A deciderla, nel finale punto a punto, la freddezza di Goldwire, Nardi e Huff e soprattutto la mano e la grinta di un mostruoso capitan Poletti. Mitch ha chiuso infatti la partita con 30 punti, 15 rimbalzi e un perentorio 46 di valutazione. Una prova da applausi come lo spettacolo di passione e tifo offerto dai 500 forlivesi saliti a Ferrara.

 

Primo quarto - L'impasse d'avvio dura poco, giusto il tempo per la difesa MarcoPolo per tarpare le velleità di Boyette e Kotti. Forlì dal canto suo trova la chiave per scardinare la cortina estense: la corsa. L'attacco comincia a girare alla grande e dopo 4' tutto il quintetto è andato a segno con Poletti a spadroneggiare nel pitturato. A suon di triple la MarcoPolo piazza un break di 2-12 che al 5' vale il +10, 9-19. Parrebbe l'incipit di una bella cavalcata ma l'innesco di Hoover (e qualche svarione difensivo) gira il trend: il play insacca, crea e se non fosse per Poletti il vantaggio romagnolo di primo quarto sarebbe meno del +6, 25-31, refertato.

 

Secondo quarto - Kotti con 4 punti consecutivi, palesa le difficoltà sotto canestro della FulgorLibertas, un po' leggerina sotto con il duo Ranuzzi-Campani. a contrastare il pivottone finlandese. Le difese alzano il ritmo e il punteggio a questo punto si ossida sul 29-31; almeno finché Farabello, liberissimo, pesca la tripla del sorpasso: 33-32 (13'). Forlì che patisce tantissimo l'appannamento di Jones, dietro è troppo morbida mentre Ferrara, concreta e ispirata dal duo super Farabello-Boyette, riesce a siglare il suo primo strappo: 44-37 (18'). Poletti e Lee Gold provano a spegnere gli entusiasmi (42-40) ma Boyette di classe e forza spinge Ferrara fino 52-47 che manda tutti al riposo. Negli spogliatoi Vucinic striglia a dovere i suoi che principiano il secondo tempo come dei forsennati.

 

Terzo quarto - Apre le danze Huff da 6,75 metri, seguono il ritmo Poletti e Nardi (cesto più fallo): dopo 3' il parziale è 0-12 che vale il 52-59 per Forlì. La NaturHouse è però tenace, soprattutto può godere del 4° fallo di Goldwire (25') che impasta i meccanismi. Cournooh in entrata concretizza il ritrovato bilanciamento dei pesi (59-61) ma a questo punto piomba sul parquet del Palasegest un alieno: è Mike Nardi. Mentre Ferrara spara a vuoto solo triple, il play americano serve assist e insacca punti a rullo (10). Al 27', Forlì è sul 59-67. Farabello non ci sta, alimenta il carniere estense al 29' è a -2, 67-71. Nardi però è ancora rovente e in tandem con Poletti incide sul match un altro break che vale il 68-77 di fine quarto.

 

Quarto quarto - Pronti via e Farabello dall'arco (72-79) fa capire che sarà tutto fuorché facile per gli ospiti. Kotti lima (74-79, 33') ma Borsato dalla lunetta mantiene le distanze (74-81). La trama a 'sto punto è quella del thriller. La tensione si taglia a fette. Un clima che esalta Mitch Poletti che surclassa i pari ruolo con difesa e punti, 6 che valgono il 80-87 (36'). Gli ultimi 3' vedono Forlì (priva di Jones per 5 falli) avanti 80-88. Ndoja dice 5 (85-88, 2') portando tutti alla roulette dei liberi e fallo sistematico. A 30" Goldwire e Poletti in lunetta fanno entrambi 1su2 (87-90), percentuale dispari (2/3) pure per Hoover baciato da tre liberi su fallo assolutamente non su tiro. Ancora Huff ne cicca uno (89-91) ma sul rimbalzo Goldwire s'avventa sulla palla e Ndoja fa fallo. Stavolta Lee non perdona e Forlì esplode.

 

PARZIALI - 25-31, 52-47, 68-77, 89-93

ARBITRI - Ursi (LI), Di Modica (RG) e Mazzoni (GR)

 

NATURHOUSE FERRARA - Hoover 10, Farabello 14, Cournooh 3, Boyette 22, Kotti 11, Ndoja 16, Canavesi 13, Gamal, Brandani. N.e.: Seravalli. All. Alberto Martelossi

MARCOPOLOSHOP FULGORLIBERTAS FORLÌ - Nardi 21, Goldwire 13, Huff 10, Jones 11, Poletti 30, Borsato 5, Ranuzzi 2, Campani 1. N.e.: Ravaioli, Maraldi. All. Nenad Vucinic

 

NOTE - Ferrara: 2p 22/35 (63%), 3p 10/25 (40%), liberi 15/27 (56%), rimb. totali 30 (8 off, 22 dif); Forlì: 2p 22/47 (47%), 3p 7/17 (41%), liberi 28/41 (68%), rimb. totali 42 (20 off, 20 dif); 3.020 spettatori circa (500 da Forlì).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesco Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -