Legge sismica, Zoffoli (Pd): "Meno oneri e procedure più semplici per i cittadini"

Legge sismica, Zoffoli (Pd): "Meno oneri e procedure più semplici per i cittadini"

La Commissione "Territorio Ambiente Mobilità" ha dato parere favorevole (astenuto il pdl, assente la lega nord) all'Atto d'indirizzo, presentato dalla Giunta, che introduce due importanti novità in materia sismica: a) una serie di interventi edilizi, privi di rilevanza per la pubblica incolumità, non richiedono più la presentazione di alcuna autorizzazione; b) le varianti, riguardanti parti strutturali, che non hanno carattere sostanziale, non richiedono più la sospensione del cantiere in corso d'opera.

 

"Questo provvedimento, - dichiara Damiano Zoffoli, Presidente della Commissione - frutto del lavoro di un Tavolo di monitoraggio regionale che riunisce un ampio numero di soggetti interessati alla normativa sismica (Enti locali, strutture tecniche pubbliche, ordini professionali , rappresentanti dei costruttori), è il primo risultato della scelta della Regione di monitorare l'applicazione della legge L.R. n. 19/2008 ("Norme per la riduzione del rischio sismico") con l' obiettivo di modificarla in modo da ridurre per i cittadini gli oneri amministrativi e le procedure autorizzative, mantenendo comunque fermo il rispetto dei parametri di sicurezza e di qualità delle costruzioni".

 

Rispetto a questo obiettivo, i cambiamenti sanciti con questo primo Atto di indirizzo, sono rilevanti. Si stabilisce, infatti, a titolo di esempio, che non servirà alcun documento, integrativo al titolo abilitativo edilizio, per la nuova costruzione di pergolati e strutture di sostegno per coperture (tende e teli) con altezza massima 3 metri; esentate anche tettoie e serre con analoga altezza e superficie entro 10 mq.

 

Non c'è bisogno di documentazione aggiuntiva neppure per costruire locali strutturalmente autonomi (purché a un solo piano, realizzati con strutture di legno o metallo, alti al massimo 3 metri e non più grandi di 10 mq) adibiti a servizi: spogliatoi, bagni, garage, rimesse attrezzi, depositi, capanni da pesca e da caccia, chioschi e gazebo, ricovero animali.

 

"Con questo Atto - conclude il Consigliere regionale Zoffoli - diamo una prima risposta ai cittadini che vogliono fare piccoli lavori nelle proprie case, eliminando una serie eccessiva di passaggi burocratici e riducendo i costi, che si sono dimostrati troppo onerosi. In tal modo si evita che i cittadini adottino tecniche "fai da te", stimolando l'abusivismo e rischiando di avere ripercussioni dannose sul comparto edile, già gravemente provato dalla crisi economica. Sono soddisfatto del lavoro e dell'impegno dell'Assessore regionale alla sicurezza territoriale, difesa del suolo e della costa, protezione civile, Paola Gazzolo. Ora dobbiamo procedere rapidamente allo stesso modo, migliorando e semplificando la normativa, anche per le altre tipologie di intervento in edilizia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -