Lettera di minacce e tre proiettili a monsignor Bagnasco

Lettera di minacce e tre proiettili a monsignor Bagnasco

ROMA – Ancora minacce per monsignor Angelo Bagnasco, il cardinale presidente della Cei e arcivescovo di Genova. L’alto prelato ha ricevuto sabato mattina nella sede della curia genovese un plico contenete una lettera e tre proiettili.


La Digos ha preso in consegna il plico e lo ha aggiunto al già ampio fascicolo aperto sulle altre minacce che nel corso delle ultime settimane sono arrivate all’indirizzo di mons. Angelo Bagnasco. Nel mirino degli oppositori a Bagnasco, le posizioni rigide del capo dei vescovi sui temi delle unioni civili, famiglia ed eutanasia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello di sabato è solo l’ultimo atto intimidatorio di una serie di minacce che da un paio di mesi costringono il capo dei vescovi italiani a girare sotto scorta. ''Condanniamo con fermezza questi atti indimidatori e ribadiamo che la Chiesa – ha dichairato il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, solidarizzando con Bagnasco - ha il diritto e il dovere di esprimere la propria opinione sui temi cari al suo Magistero".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -