Licenziamenti, accordo raggiunto tra Telecom e sindacati

Licenziamenti, accordo raggiunto tra Telecom e sindacati

Licenziamenti, accordo raggiunto tra Telecom e sindacati

Ritiro dei licenziamenti, possibilità di accedere alla mobilità volontaria maggiorata al 90% dell'ultima retribuzione per 5000 persone, conservazione dell'assistenza sanitaria integrativa e non ricorso dell'azienda a mobilità territoriali non volontarie. Sono questi i punti principali dell'accordo siglato tra Telecom e i sindacati, dopo un lungo e complesso confronto al Ministero del Lavoro, in merito ai 5 mila licenziamenti collettivi avviati dall'azienda a fine giugno.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sigla dell'accordo è stata annunciata dalle Segreterie Nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e delle RSU del gruppo Telecom Italia.

"In relazione alle possibili mobilità professionali - si legge nel comunicato diffuso dai sindacati - sarà garantito il rispetto degli skill professionali oltre che specifici piani formativi con un'erogazione entro fine anno di almeno un milione di ore di nuova formazione. Tanto gli interventi formativi che le eventuali mobilità professionali saranno inoltre oggetto di specifici e continui confronti tra le OO.SS., le RSU interessate e l'azienda a livello territoriale".

"L'accordo prevede in termini occupazionali - si legge ancora nella nota congiunta - soprattutto per il 2009 e 2010 l'assunzione di almeno 600 nuovi lavoratori, la stabilizzazione di tutti i lavoratori in somministrazione giunti alla terza o quarta proroga (300 unità), nonché il diritto per 1600 giovani ragazze e ragazzi di Telecontact, un call center del gruppo Telecom presente a Roma, Napoli, Caltanisetta e Catanzaro, di passare da un part-time di 4 ore ad un part-time a 6 ore, per un totale di 400 Full Time".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -