Licenziata mentre si cura dal cancro, denuncia la Cgil per mobbing

Licenziata mentre si cura dal cancro, denuncia la Cgil per mobbing

Si stava curando da un cancro, ma i datori di lavoro l'hanno licenziata per assenza ingiustificata. A. D., dipendente del patronato Inca di Andria, ha denunciato i suoi datori di lavoro, la Cgil, per stalking, mobbing e diffamazione. Ha mostrato tutti i certificati di malattia, dal 26 novembre 2009 al 30 aprile 2010. La lettera di licenziamento è datata 27 aprile, perchè i datori di lavoro sostengono che la donna sia assente ingiustificata dal 1 marzo scorso.

 

Il certificato relativo sarebbe stato lasciato in portineria dal figlio della donna, che informata della mancata ricezione da parte della direzione, ha provveduto a fornirne copia. A. D. si è curata per una neoplasia maligna alla tiroide, che l'ha costretta a sottoporsi ad intervento chirurgico.

 

La donna, che dirigeva il servizio infortuni e malattie professionali, percependo uno stipendio di 1.000 euro al mese per 30 ore settimanali, era dipendente Inca dal 1986

 

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -