Lido Adriano, le associazioni non ci stanno: "Dipinta per quello che non è"

Lido Adriano, le associazioni non ci stanno: "Dipinta per quello che non è"

Lido Adriano, le associazioni non ci stanno: "Dipinta per quello che non è"

Lido Adriano? Un paese tranquillo e normale come tanti paesi della provincia, la cui immagine che viene fatta da media e giornali non risponde alla realtà. A favore della frazione più popolata del Comune di Ravenna, spesso alla ribalta per fatti legati alla cronaca soprattutto relativi a spaccio e prostituzione, intervengono Confesercenti, Pro-Loco, Parrocchia, Comitato Cittadino e Centro sociale "Il Desiderio": "Lido Adriano è ricca nei contenuti, non è razzista e si può tranquillamente passeggiare la sera".

 

"Lido Adriano - sostengono le associazioni - è un  paese tranquillo e normale come tanti paesi della nostra provincia. La proposta turistica che Lido Adriano offre è  ricca nei contenuti, si diversifica e si valorizza tra  tranquillità, ambiente,  divertimento e cultura.  Pur essendoci il 40% di abitanti stranieri e rappresentanti di 57  nazionalità, a Lido Adriano non vi è razzismo; camminare di sera a Lido Adriano anche d'inverno è molto più sicuro che in tante altre città,  la microcriminalità come gli scippi sono quasi nulli, e i furti sono in netto calo".

 

"La località - dicono ancora Confesercenti, ProLoco e le altre associazioni - ha nei suoi residenti multietnici anche  una risorsa che altri non hanno, i residenti di Lido Adriano sono in prevalenza  lavoratori onesti e impegnati.  Possiamo parlare sempre più di una comunità e di un tessuto sociale ed economico coeso e vissuto (scuola e attività sportiva compresa). Gli sforzi che si sono fatti e si stanno tuttora facendo a Lido Adriano sono stati enormi. Ora possiamo dire che il paese è più sottocontrollo, il lavoro svolto dalle forze dell'ordine a partire dalla locale caserma dei carabinieri  è stato molto positivo e deve continuare con assiduità".

 

"La droga  spacciata nel territorio regionale come in Italia, non viene prodotta da queste parti.

Perché quando si parla di microcriminalità anziché generalizzare, si dovrebbero  analizzare i malesseri che la società ha nel suo complesso specialmente quelli dei giovani italiani, anziché lo spaccio di strada, in quanto purtroppo  è un problema  mondiale. Confesercenti, Proloco, Parrocchia, Comitato Cittadino e il Centro Sociale "Il Desiderio", che stanno lavorando con l'Amministrazione Comunale anche per nuove iniziative, pensano che sia giusto e doveroso riportare le notizie, ma non è corretto verso 6. 458 residenti e tantissime attività economiche, continuare ad esporle in modo non pertinente, proprio sul tema della sicurezza; oggi Lido Adriano è migliorata e più sicura".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -