Lido di Classe, Arcigay: "Basta discriminazioni per orientamento sessuale"

Lido di Classe, Arcigay: "Basta discriminazioni per orientamento sessuale"

RAVENNA - Lunedì sera si è svolta a Lido di Classe l'assemblea organizzata dalla Pro-Loco per discutere le varie problematiche del luogo. La partecipazione è stata ampia sia da parte del pubblico che da parte delle autorità, con il Sindaco Matteucci e la Presidente della Circoscrizione di Castiglione Katia Gelosi in prima fila, assieme ad assessori, rappresentanti di Vigili Urbani, Hera e Pdl.

Durante il dibattito molti cittadini e turisti hanno preso la parola, esponendo il proprio punto di vista in modo civile e democratico.

"Ad un certo punto - si legge in una nota di Arcigay Ravenna - ha preso la parola Francesco Aprigliano, Capogruppo della Lega Nord di Forlì, che approfittato dell'occasione per fare propaganda elettorale ha dichiarato che 'bisogna togliere la nomea a Lido di Classe di posto di culattoni e trans'. Augurandoci che gli elettori della Lega Nord contrari all'omofobia si ricordino delle parole di Aprigliano durante le prossime elezioni, Arcigay Frida Byron di Ravenna ricorda al Capogruppo che quest'anno la Corte di Cassazione con la sentenza n.10248 ha bollato e condannato come ingiuria l'utilizzo della parola 'gay' con connotazione offensiva (figuriamoci 'culattoni' che ha sempre connotazione offensiva)".

"Lido di Classe inoltre prospera da oltre 20 anni anche grazie all'indotto della comunità gay e transessuale". Arcigay Ravenna condanna perciò "ogni strumentalizzazione omofoba a fini elettorali dei problemi di Lido di Classe e invita tutti i politici a ricordare che l'orientamento sessuale o di genere non può essere in nessun caso oggetto di discriminazione."

"Secondo l'Articolo 3 della Costituzione Italiana 'Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.'"

"Durante l'intervento di ieri sera Tania Moroni, Presidente di Arcigay Frida Byron, ha colto l'occasione per mettere in chiaro una volta per tutte l'uso corretto degli articoli di fronte alla parola Trans:  La transessualità è la condizione di una persona la cui identità sessuale fisica non è corrispondente alla condizione psicologica dell'identità di genere maschile o femminile e che, sovente, persegue l'obiettivo di un cambiamento del proprio corpo, attraverso interventi medico-chirurgici. La forma del genere da utilizzare per le persone transessuali, rispettosa nei confronti della persona, è quella propria del genere di elezione, quindi  LE trans di Lido di Classe necessitano dell'articolo LE".

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di tania moroni
    tania moroni

    Gentile Max67, è per combattere i pregiudizi e le chiusure mentali di persone come te che esiste Arcigay...siamo sempre in attesa di conoscere la tua identità segreta. Buona Vita.

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    Non commento l'educazione o maleducazione del Consigliere Aprigliano.....Sicuramente questo gergo da bar se lo poteva risparmiare .. Quanto però, ciò che sostiene fa davvero riflettere .... Se appunto non vogliamo essere discriminatori, come mai ci sono certe concentrazioni in un così piccolo paese? Voglio dire , la cosa è strana alla fonte.... Non a caso il Sindaco Matteucci si vanta del numero dei blitz che son stati fatti proprio in quelle determinate zone...

  • Avatar anonimo di tania moroni
    tania moroni

    masturbarsi non equivale a baciarsi.... o per lei è la stessa cosa? in ogni caso max67, sono in attesa di conoscere il suo nome e cognome, cme mai non lo scrive? posso sicuramente non essere d'accorso con Andrea Bossi, ma sicuramente apprezzo chi parla mettendoci la faccia, perchè ha il coraggio delle proprie idee, cosa che non mi pare faccia lei sig. max 67... è facile nascondersi e lanciare sassi da dietro una siepe.... Riguardo al commento del Sig. Bosi invece, tengo a spiegarle perchè ho voluto puntualizzare l'articolo femminile...occorre che cominciamo a capire che le trans dentro di loro sono donne e i trans uomini, a prescindere dal cromosoma che hanno. è uno stato che non viene scelto dalla persona, ma che la natura gli impone, come evidenziato in molti trattati medici e psichiatrici: https://it.wikipedia.org/wiki/Transgender L'Italia è un popolo accogliente, di viaggiatori, emigranti, suonatori e amanti della vita e quindi spero presto che questa apertura mentale che ci ha reso così resti tale e con il tempo non si possa che migliorare, convivendo in armonia seppur molto diversi fra noi....

  • Avatar anonimo di FrancyDafne
    FrancyDafne

    Non si tratta di "retorica dell'arcigay", ma semplicemente di un FATTO. Si usa l'articolo femminile per l' uomo che transiziona e l'articolo maschile per la donna che transiziona. E' vero che davanti allo scherno, alla violenza, alla prepotenza, alla prevaricazione, all'omicidio, questi sono argomenti futili, ma è anche vero che sonocomunque realtà che in futuro saranno sermpre più presenti, per cui non vedo che male ci sia a parlarne. D'altronde quando si decide di attaccare qualcuno ci si aggrappa ad ogni pretesto.

  • Avatar anonimo di FrancyDafne
    FrancyDafne

    Non entro nel merito delle studidaggini del signor Aprigliano. Invece vorrei chiedere a Max67 se un uomo ed una donna che si masturbano in un parcheggio pubblico davanti ad un bambino gli farebbero schifo oppure no.

  • Avatar anonimo di Max67
    Max67

    Per fortuna, grazie al brillante intervento dell'arcigay, ora so che articolo usare per cacciar via un viados che si sta accoppiando nel mio giardino... Uno dei problemi di Lido di Classe è stato risolto... Per fortuna che c'è l'arcigay!

  • Avatar anonimo di Max67
    Max67

    L'articolo è stato tagliato dalla redazione,e probabilmente taglieranno anche questo, ma a me due uomini che si baciano e si masturbano in un parcheggio pubblico davanti ad un bambino MI FANNO SCHIFO!!! E vengono pure difesi dall'arcigay! Sono omofobo?...ma per fortuna!

  • Avatar anonimo di Andrea Bosi
    Andrea Bosi

    se uno degli argomenti principali di cui parlare per il Presidente di Arcigay è il genere dell'articolo con cui appellare i trans, siamo messi proprio male.. e per fare un intervento sullo stesso argomento (futile), dico che non sarà la retorica dell'arcigay a cambiare in un sol colpo leggi BIOLOGICHE e GRAMMATICALI. Una persona con cromosomi XY è un maschio, indipendentemente dalla quantità di interventi chirurgici e ormonali a cui si sottopone.

  • Avatar anonimo di tania moroni
    tania moroni

    Gentile Max67, nel nostro intervento non abbiamo assolumente trascurato la parte della LEGALITA', dichiarando che siamo contro ATTI OSCENI e altri comportamenti non consoni al vivere civile. Ciò che va contro la legge non va mai ed in nessun caso tollerato. Non per questo si deve fare una caccia alle streghe, facendo di tutta l'erba un fascio e venendo contro al principio di uguaglianza e pari dignità delle persone a prescindere dalle proprie preferenze sessuali o di genere. Ogni persona va giudicata per quello che fa e non per quello che è o che appare, quindi la sua ironia alla parola omosessuali direi che è proprio fuoriluogo ed identifica in lei semplicemente un omofobo. Non trovo nulla di strano nel fatto che un bambino possa vedere due uomini baciarsi: lo scambio di affetto in pubblico è un diritto di ogni persona che non può essere negato in nessun caso. Fa parte dei diritti fondamentali delle persone e volente o nolente dovrà abituarsi a vedere persone dello stesso sesso che esprimono tenerezze anche in pubblico. Dato che chiama me per nome e cognome, la invito a firmarsi, dato che ha coraggio per commentare ma non per dire il suo nome.

  • Avatar anonimo di Max67
    Max67

    Parlo da propietario di un immobile a Lido di Classe... Vorrei dire due cosine a Tania Moroni: Lei ha mai parcheggiato l'auto (in un parcheggio pubblico) con un minore all'interno mentre due...come vogliamo chiamarli...gay...no è meglio *** barbuti si baciano appassionatamente? Lei ha mai fatto una passeggiata in pineta e dietro ad un cespuglio due...non so mai come chiamarli...omosessuali...si stanno allegramente ...come dite voi dell'arcigay...stanno facendo l'amore? Lei ha mai aperto la porta di casa e sulle scale UNA (non bisogna sbagliare l'articolo) trans praticava l'arte della fellatio ad un estasiato cliente? Devo continuare? Lei scrive un articolo su come si devono chiamare sti soggetti? Ma non si vergona? Ad Aprigliano ne do 2 dei voti no uno!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -