Lido di Classe, picchiano e rapinano viados. Arrestati due campani

Lido di Classe, picchiano e rapinano viados. Arrestati due campani

Lido di Classe, picchiano e rapinano viados. Arrestati due campani

LIDO DI CLASSE - Hanno picchiato e rapinato un viados brasiliano che si stava prostituendo in strada. Due operai napoletani, già noti alle forze dell'ordine per precedenti specifici, sono stati arrestati nella nottata del 19 febbraio scorso dai Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cervia-Milano Marittima con l'accusa di rapina aggravata e lesioni. Le manette sono scattate per P.D'A., 27 anni residente a Forlì, e per R.D'A., residente a Meldola.

 

L'episodio si è consumato in via Da Verrazzano, a Lido di Classe, dove la vittima si stava prostituendo. I due individui hanno avvicinato il brasiliano - 27enne risultato in regola con il permesso di soggiorno - con una scusa, per poi picchiarlo e rapinarlo della borsa contenente 500 euro. Il viados ha subito dato l'allarme al 112, indicando in una ‘Hunday' come l'auto usata dai due rapinatori per fuggire. Accompagnato al pronto soccorso, ha riportato lesioni guaribili in 4 giorni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le immediate ricerche, condotte con il supporto delle pattuglie dei Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Forlì e Meldola, hanno permesso di rintracciare i due individui nelle loro abitazioni. Il gip di Ravenna ha convalidato l'arresto, disponendo la liberazione dei due in attesa del processo poiché sono stati richiesti i termini a difesa. Il 27enne è stato sottoposto alla misura dell'obbligo di dimora nel luogo di residenza e obbligato alla firma presso il locale comando stazione carabinieri. Per il secondo nessuna misura restrittiva.

Commenti (2)

  • Sono contraria a qualsiasi forma di violenza .... da un lato c'è stata violenza fisica ma dall'altro per 365 giorni all'anno c'è una violenza visiva. ambientale, etica, che toglie la libertà, di poter fare una passeggiata con i bambini senza dover fare lo slalom fra i viados che mostrano la loro merce, per non parlare di quando arrivi in auto e loro si buttano in strada all'ultimo momento costringendoti a frenare.... e se una di queste volte qualcuno tirasse dritto??? Tutto allora diventa immorale violento minaccioso.... Proprio per questo il compito delle forze dell'ordine è di tutelare i cittadini e di NON AVERE PAURA DELLA MALAVITA

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    e chi hanno preso dei tre?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -