Livelli di amianto superiori alla norma, chiusa la scuola Diego Fabbri

Livelli di amianto superiori alla norma, chiusa la scuola Diego Fabbri

I bambini sgomberati

Erano stati sospesi i lavori di rimozione dell'amianto dalle coperture alla scuola primaria Diego Fabbri, di via Giorgina Saffi e le lezioni erano partite regolarmente. Lunedì mattina i genitori dei 300 alunni sono stati accolti, tra gli altri dal vicesindaco, con due volantini nei quali si spiegava che "le ordinarie lezioni degli studenti della scuola primaria D.Fabbri, sono sostituite dall'iniziativa didattica 'Giornata al San Domenico'". Il Sindaco, Roberto Balzani, assicura: "Chiudiamo la scuola a scopo cautelativo".

 

>IL TESTO DELL'ORDINANZA DEL SINDACO

>LE IMMAGINI DELLO SGOMBERO

 

Il rischio per gli alunni secondo l'Ausl, sarebbe basso, con valori di esposizione alle particelle di amianto assolutamente nella norma. Gli studenti verranno sistemati, presumibilmente fino alla fine del 2010, nella sede dell'Università di Bologna, ex ambulatori di Pneumologia, in via Giacomo della Torre. Qualche giorno per trasferire gli arredi, ma intanto sia l'assessore alle Politiche educative, Gabriella Tronconi, che la dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale, Raffaella Alessandrini, sia la dirigente scolastico Graziana Neri, che la dirigente comunale Noelia Paci, hanno confermato il normale svolgimento del percorso didattico, senza perdere nemmeno un giorno di scuola, con servizio mensa e post-scuola garantiti.

 

I ragazzi lunedì sono stati accompagnati al San Domenico. Per facilitare lo spostamento dei genitori la Polizia Municipale ha transennato alcune strade ed è entrata in servizio alle 6.30 per permettere lo scorrimento del traffico.

 

"L'Ausl ci aveva solamente suggerito di isolare alcuni locali - sottolinea il Sindaco - ma l'amministrazione ha deciso di chiudere la scuola, a scopo cautelativo, fino alla conclusione dei lavori di bonifica (completati per un terzo prima dell'inizio dell'anno scolastico) e dopo l'ulteriore verifica dei campioni, al fine di aumentare la soglia di sicurezza fino al massimo livello possibile. Finché dentro la scuola non c'è chiarezza nessuno deve metterci piede".Il cantiere per la bonifica del tetto ripartirà nell'immediato e per il completamento serviranno 60-70 giorni.

 

La preoccupazione delle famiglie degli alunni si fa sentire. "Ci siamo trovati con il vicesindaco ed il presidente del consiglio comunale che ci distribuivano i volantini - spiega Maria Michea, nonna di un bambino che frequenta la Diego Fabbri e consigliera comunale del Pdl -la scuola è iniziata da un mese, perchè solo ora questa decisione? Il Comune, se i nostri bambini sono stati messi a rischio, non potrà sgravarsi dalla responsabilità".

 

I rilievi: In seguito ad alcuni campionamenti di aria, effettuati per verificare l'eventuale presenza di fibre di amianto aerodisperse, 3 campioni prelevati nei locali della mensa, inviati dal laboratorio di Arpa, sezione Reggio Emilia, all'Ausl di Forlì, venerdì 13 ottobre, sono risultati "fortemente positivi", si legge nell'ordinanza straordinaria con la quale il Sindaco ha disposto, la chiusura della scuola fino al completamento dei lavori di bonifica. Le analisi successive, fatte nella notte tra venerdì e sabato, hanno dato risultati negativi, tranne quelli effettuati vicino all'accesso della mensa.

 

Su questo aspetto interviene la direttrice del dipartimento di sanità pubblica dell'Ausl Forlì, Romana Bacchi: "Non abbiamo ancora i risultati precisi delle analisi, ma prima dell'inizio della scuola avevamo verificato che non vi fosse alcun pericolo. Poi abbiamo continuato, in accordo con i genitori, senza nessun obbligo di legge, i campionamenti (50) che, solo venerdì, hanno dato risultati positivi in un'ala lontana dal cantiere. Il valore, che ha superato le 2 fibre per litro, è causato da un insieme di eventi tra i quali la tracimazione delle acque seguita ad un acquazzone, con una parziale infiltrazione all'interno dei locali, accadimento insolito".

 

Insomma "il rischio è correlato alla concentrazione di particelle e all'esposizione ad esse - continua Bacchi - in questo caso si parla di una esposizione assolutamente nella norma, ovvero basso rischio".

 

Chiara Fabbri


Commenti (16)

  • Avatar anonimo di Sor Perozzi
    Sor Perozzi

    Vedo che non riesce proprio a trattenersi dallo sbraitare; trovo alquanto ineducato il suo uso del maiuscolo... ma in fondo è solo forma. Veniamo alla sostanza: o i lavori non sono stati organizzati, pianificati ed eseguiti nei tempi giusti, oppure, se essi richiedevano tempistiche troppo lunghe per non prolungarsi anche a scuola iniziata, non si sarebbe dovuto far accedere gli alunni alla scuola fino al completamento dei lavori medesimi. Tertium non datur. Il fatto che l'amianto sia dappertutto non giustifica quelle che eufimisticamente voglio definire colpevoli imprudenze. Infine leggo con stupore di numerosi genitori che si lamentano per il trattamento ricevuto da esponenti dell'amministrazione pubblica, sia prima della riapertura della scuola, sia dopo il provvedimento urgente del Sindaco. Forse mentono. O forse no. Che ne dice? Se lei davvero non è condizionato dalle sue opinioni politiche, non vedo come possa non convenire sul fatto che qualcosina non ha funzionato a dovere... o no?

  • Avatar anonimo di DanieleB
    DanieleB

    Sor Perozzi lei mi parla di ragionamento??? Intanto indendiamoci il ragionamento è: La capacità di ragionamento e critica è quella che permette alla persona di raggiungere l’obiettività nella visione e nella valutazione delle cose. Tale capacità comporta: 1) la riflessione; 2) la ricerca sistematica, per individuare le cause di ciò che si sta considerando; 3) l’approfondimento dei concetti assimilati e dei fatti osservati, per conoscerli nei loro vari aspetti. Andiamo per gradi, lei si è informato sulla durata dei lavori per la rimozione dell'amianto dalla Diego Fabbri?? lei sa che una parte di genitori ha fatto un esposto in procura perchè sul tetto c'è l'amianto e un altra non ha voluto sentire ragioni nello spappolare la scuola in altre sedi il tutto per un periodo temporaneo. Lei ha letto il commento dell'oncologa (la stessa che da anni lotta contro gli inceneritori) che l'amianto è dappertutto e che solo quelli che ci sono stati ha diretto contatto sono ad alto rischio?? (qui non si tratta di minimizzare si tratta di far conoscere i fatti, l'amianto è dappertutto) ADESSO TORNIAMO AL RAGIONAMEMTO, ESEGUITE ANALISI, TOVATE PER LA PRIMA VOLTA VALORI FUORI NORMA , RIPETUTE LA NOTTE TRA VENERDI' E SABATO (da un ente pubblico non da un privato!!!), DI NUOVO RISULTATE FUORI NORMA PER UNA ZONA ESTERNA ALL'INGRESSO DEI LOCALI MENSA A CAUSA DI UN POZZETTO TRACIMATO, DISPOSTA LA DOMENICA POMERIGGIO (con atto inteso alla tutela dei bimbi e del personale scolastico) LA CHIUSURA TOTALE DELLO STABILE, NON SOLO DEI LOCALI INTERESSATI, IN PIU' ORDINANZA DI CHIUSURA FINO A BONIFICA COMPLETA PIU' DI COSI' IO NON SO COSA DOVESSE FARE IL SINDACO. VISTO CHE LEI GLISSA QUELLO CHE NON LE FA COMODO, OGGI SONO ANDATO A PRENDERE MIA FIGLIA ALL'ASILO E MI SONO SOFFERMATO A GURDARE L'EDIFICIO E HO STIMATO IL PERIODO DI COSTRUZIONE,FORSE ANCHE LORO HANNO L'AMIANTO SOPRA LA TESTA...POI HO PENSATO VISTO TUTTO MENO MALE CHE HANNO ANCORA UN TETTO!!!

  • Avatar anonimo di Sor Perozzi
    Sor Perozzi

    E' tracimato un pozzetto o si è fatto un buco nel tetto? Mettetevi d'accordo, voi ben informati. La sostanza è che le operazioni avrebbero dovuto essere svolte durante l'estate, a scuola chiusa. E' evidente che, se interrotte perchè (ovviamente) non eseguibili a scuola aperta, tali operazioni presentano margini di rischio più elevati, tant'è che, al primo inconveniente, i valori sono andati fuori norma. Il fatto che siano stati fatti tutti questi controlli "non obbligatori" per me rappresenta la conferma del fatto che la situazione fosse evidentemente non ideale, per non dire pericolosa. E le dichiarazioni che adesso vengono spiattellate sui media riguardo al fatto che l'amianto è dappertutto, sono un tentativo maldestro di iminimizzare non tanto il danno per i bambini - che ovviamente tutti speriamo non ci sia stato - quanto l'incompetenza con cui è stata gestita la situazione. Ah, Daniele, strilli di meno e ragioni di più: non potrà che trarne giovamento.

  • Avatar anonimo di DanieleB
    DanieleB

    x manvel si legga il commento al Sor Perozzi che può valere anche per lei, la mia non è la difesa di nulla è la constatazione dei fatti, se non ricordo male a Prato poco tempo fa un acquazzone ha fatto morire tre donne in un sottopasso....era solo un acquazzone....da noi si è solo fatto un buco in un tetto!!! se fosse tutto facilmete prevedibile chissà quanti meno saputelli ci sarebbero in giro!!

  • Avatar anonimo di DanieleB
    DanieleB

    x Sor Perozzi La faziosità ideologica la avrà lei e pure l'incompetenza!!! 50 e ribadisco 50 controlli NON OBBLIGATORI da quando è iniziata la scuola, diciamo dal 8 di settembre ad oggi sono circa 33 giorni di scuola, quindi sono state fatte più campionature anche al giorno (presumibilmente in ambienti diversi) alla prima che non è andata bene, con nota ufficiosa arrivata al sindaco di domenica pomeriggio si è provveduto alla chiusura immediata del complesso scolastico alche se le analisi riguardavano solo il locali mensa. QUINDI IO VEDO: ATTENZIONE AL PROBLEMA (50 CONTROLLI!!!!) E RISOLUZION, IN EMERGENZA, IMMEDIATA NON APPENA C'E' STATO UN SENTORE DI PREOCCUPAZIONE. Per chi domandava come mai fossero stati sospesi i lavori di rimozione dell' amianto la risposta è semplicissima. L'amianto e l'eternit se non danneggiati rilasciano micro particelle nell'ambiente in forma giudicata in grado di non nuocere alla nostra salute, se però si danneggia, ad esempio nello smontaggio queste particelle crescono in misura considerevole e diventano, se non trattate, pericolose per l'ambiente e le persone. Pertanto non è possibile procedere alla rimozione in sicurezza con la scuola aperta. PER TORNARE ALLA FAZIOSITA', DI CUI MI SI ACCUSA E CHE NON HO GRAZIE ALLA QUALE POSSO VALUTARE BENE I FATTI LE VOGLIO DIRE SOR PEROZZI CHE IO HO DEI FIGLI PICCOLI UNA VA AD UN ASILO STATALE E QUESTANN' ANNO SIAMO ABBLIGATI A PORTARE DA CASA LA CARTA IGENICA, I FAZZOLETTI, I BICCHIERI, LA CARTA ecc. E CI DOBBIAMO AUTO TASSARE PER FAR SVOLGERE LE FESTE DI NATALE E CARNEVALE E LE USCITE DIDATTICHE....PENSI A COME E' MESSA LA SCUOLA PUBBLICA E FORSE NON DIVENTERA' FAZIOSO MA SENZ'ALTRO UN PO' PIU' REALISTA!!!

  • Avatar anonimo di pasta
    pasta

    1° a me non interessa difendere nessuno, tantomeno politicanti di qualsiasi razza 2° insisto col dire che è un problema "globale" se si vanno a fare analisi a campione ovunque, quel dato salta fuori ovunque Poi, se volete farne sempre un discorso politico, fate quello che volete Ma che credete che se c'era la controparte, l'amianto non c'era ?? Ripeto, preoccuparsi và bene, ma bisogna farlo per tutte le cose

  • Avatar anonimo di manVel
    manVel

    Encomiabile e commovente la strenua difesa di pasta e di danieleb del vicesindaco & company... io non ne faccio una questione di politica o di partito...dico solo che se uno mi dice che è tutto a posto e poi un pozzetto o un acquazzone fa saltare il banco e la cosa improvvisamente diventa non a norma, evidentemente tutto non era a posto! E quindi trattasi di incompetenza....se poi si parla del vicesindaco, è come sparare sulla croce rossa.

  • Avatar anonimo di pasta
    pasta

    " Se è bastato un acquazzone per rendere la sala mensa pericolosa, come si può sostenere che tutto fosse "a posto"?" l'inquinamento è venuto dalle fogne la sala mensa è risultata "pericolosa" perchè è tracimato un pozzeto .... parlare per sentito dire..... Ma lo sapete che si respira tutti i giorni in giro per Forlì e non solo ? Credo di no....

  • Avatar anonimo di Sor Perozzi
    Sor Perozzi

    x DanieleB Cosa caspita signifca "a suo tempo le analisi andavano bene e quindi era tutto a posto"? Se è bastato un acquazzone per rendere la sala mensa pericolosa, come si può sostenere che tutto fosse "a posto"? Nemmeno quando è in gioco la salute - perchè lei sa quali sono le conseguenze dell'esposizione all'amianto, vero? - dei bambini, persone come lei riescono a mettere da parte la faziosità ideologica, accettando l'arrogante superficialità, spesso sconfinanate nell'incompetenza, dei nostri sedicenti amministratori. Tutto ciò è desolante.

  • Avatar anonimo di pasta
    pasta

    il problema è di falda .... non di 4 lastre rimaste è un problema di inquinamento esistente oramai se si fanno analisi ovunque, la cosa emerge ovunque..... ma questo capirlo è dura, si fà prima a attaccare chiunque senza nesso alcuno Vabbè....

  • Avatar anonimo di cesare
    cesare

    Per cage69: Non hai capito nulla. Se fossi stato presente all'assemblea di oggi pomeriggio avresti certamente evitato di scrivere quanto hai scritto. Cesare

  • Avatar anonimo di cage69
    cage69

    la verità è che era tutto a posto ed è tutto a posto. Il comune deve solo spiegare come mai sono stati bloccati i lavori all'inizio della scuola e come mai non si è proceduto come suggerito dall'ausl rendendo inagibili solo i locali interessati anzichè chiudere la scuola.

  • Avatar anonimo di mestesso
    mestesso

    VERGOGNATEVI! MENO MALE CHE ERA TUTTO A POSTO!!!!!!!!!!!!!!!! FENOMENI!!!!!!!!!!

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    2 giorni e diran che è colpa della Gelmini.

  • Avatar anonimo di DanieleB
    DanieleB

    Romana Bacchi: "Non abbiamo ancora i risultati precisi delle analisi, MA PRIMA DELL'INIZIO DELLA SCUOLA AVEVAMO VERIFICATO CHE NON VI FOSSE ALCUN PERICOLO. Poi abbiamo continuato, in accordo con i genitori, senza nessun obbligo di legge, i campionamenti (50) che, SOLO VENERDÌ, HANNO DATO RISULTATI POSITIVI IN UN'ALA LONTANA DAL CANTIERE. IL VALORE, CHE HA SUPERATO LE 2 FIBRE PER LITRO, È CAUSATO DA UN INSIEME DI EVENTI TRA I QUALI LA TRACIMAZIONE DELLE ACQUE SEGUITA AD UN ACQUAZZONE, CON UNA PARZIALE INFILTRAZIONE ALL'INTERNO DEI LOCALI, ACCADIMENTO INSOLITO". Possibile mai che qualcuno riesce a commentare senza leggere!!!! a suo tempo le analisi andavano bene e quindi era tutto a posto!! FENOMENO!!!!!!!!

  • Avatar anonimo di DINO SAURO
    DINO SAURO

    E nessuno commenta che il vicesindaco a suo tempo aveva detto che era tutto a posto e alle famiglie di non preoccuparsi? FENOMENO!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -