''Long drink'', il caso è chiuso: impunita maxi-truffa da 500 milioni di euro

''Long drink'', il caso è chiuso: impunita maxi-truffa da 500 milioni di euro

RIMINI – Avevano architettato un truffa ai danni dello Stato per circa 500 milioni di euro. I giudici del Tribunale di Rimini hanno constatato la prescrizione dei reati contestati nell'inchiesta ''Long Drink'' scattata nel '97 e nella quale finirono nei guai per aver evaso il fisco, con la tecnica delle triangolazioni con San Marino, numerosi imprenditori tra i quali i sammarinesi Silvano De Biagi (52 anni), Flavio Pelliccioni (51), Silvano Muscioni (65).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La maxi frode, fondata sulla tecnica delle triangolazioni commerciali con San Marino, fu scoperta dalla Guardia di Finanza e dalla Squadra Mobile della Polizia di Rimini nel '97 che accertarono un evasione dell'Iva per 70milioni di euro. Nel mirino finirono 63 persone, di cui 4 patteggiarono con il rito abbreviato. Nell'udienza di martedì gli avvocati difensori di De Biagi, Pelliccioni e Muscioni sono riusciti a dimostrare che i conti per la determinazione dei tempi di estinzione del reato dovevano essere datati alle prime catture (1997).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -