Longiano, la perdita del lavoro dietro la lite familiare

Longiano, la perdita del lavoro dietro la lite familiare

Longiano, la perdita del lavoro dietro la lite familiare

LONGIANO - Ancora nessuna traccia del 29enne che lunedì sera ha aggredito la madre e il fratello maggiore al culmine di una lite in un'abitazione in via Massa, a Budrio di Longiano. Il giovane, pur non avendo conseguito la patente, si è messo al volante della "Fiat Panda" della madre, facendo perdere le proprie tracce. I familiari sono stati medicati subito dopo l'aggressione dal personale sanitario dell'ospedale 'Bufalini' di Cesena e refertati con 10 giorni di prognosi.

 

Il giovane rischia quindi la denuncia per guida senza patente e quella del porto abusivo d'arma per aver colpito il fratello con un coltello durante la colluttazione. La priorità dei Carabinieri resta di trovarlo il prima possibile. In un'intervista rilasciata al "Corriere Romagna", la madre del giovane ha spiegato che il figlio ha cominciato ad avere problemi con l'alcool dopo aver perso il lavoro. Per sette anni ha fatto l'idraulico.

 

Per superare il momento difficile si è recato volontariamente anche in una comunità, dove vi è rimasto per una decina di giorni. Prima della violenta discussione, ha spiegato la signora, il 29enne era stato in diverse aziende per cercare lavoro. E quando è tornato a casa con un nulla di fatto è esploso in tutta la sua rabbia. A quel punto, sempre quanto riferito dalla madre al quotidiano, ha messo a soqquadro l'abitazione ed ha ferito i familiari che stavano cercando di calmarlo. Quindi il disperato appello: "Ti prego non fare gesti che ci farebbero soffrire a tutti. Torna a casa".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -