Longiano: Raffaele Liuzzi 'vince' la prima edizione di "Chef a teatro"

Longiano: Raffaele Liuzzi 'vince' la prima edizione di "Chef a teatro"

Longiano: Raffaele Liuzzi 'vince' la prima edizione di "Chef a teatro"

Un vero, grande successo. Di quelli che sorprendono un pò per un numero zero di un evento che mai si era visto, che mai nessuno aveva proposto. Questo successo si è concretizzato per Chef a Teatro, nelle serate di sabato e domenica scorsi al Teatro Petrella di Longiano (FC) grazie ad un mix magico di intrattenimento, musica, ricette sublimi e personalità eccentriche che hanno fatto scivolare due ore e mezza di spettacolo in un solo boccone.

 

Fattori del successo sono stati la determinazione di Francesco Fichera e Luca Comandini, ideatori ed organizzatori dell'evento, la freschezza del format che ha impegnato gli chef anche in prove da attori, la spassosa ironia di Fede e Tintol'immenso Andy Luotto a metà tra il presidente di giuria e spalla comica di ogni chef, le personalità del Miglior Sommelier del Mondo Luca Gardini e del Presidente AIS Romagna Giancarlo Mondini. Tutti questi elementi hanno reso indimenticabili queste due serate, aggiungendo un pizzico di show ad una competizione tra numeri uno. Come si può d'altro canto parlare di vincitori quando sul palco si sono esibiti alcuni tra i più grandi chef della Romagna? Il premio è dunque meritato, ma anche simbolico, un riconoscimento che va esteso a tutti coloro che hanno preso parte al progetto, portando sul palco il loro estro e la loro talento culinario; 16 chef stellati tra cui è stato difficilissimo scegliere.

 

La giuria, composta da esperti giornalisti e critici gastronomici come Teresa Cremona, Anna Morelli, Pierantonio Bonvicini e i fratelli Valentina e Giulio Tepedino, ha assolto questo gravoso compito e ha letteralmente passato al setaccio i piatti proposti dagli chef, valutandone ogni aspetto: dalla presenza scenica alla presentazione del piatto, dal connubio dei sapori alla completezza della portata. Al vaglio del loro palato sono passate 16 portate tra antipasti di pesce e carne, primi piatti dai sapori autunnali e delicati, secondi della tradizione e dessert "di stagione". Ed è proprio con un secondo di pesce, un barbecue di pesci con grattachecca e polvere di terra e alghe, che Raffaele Liuzzi, con un colpo di coda, convince la giuria e vince la prima edizione di Chef a Teatro. Lo Chef Liuzzi, proprietario dell'omonima Locanda a Cattolica, esprime la sua grande personalità già dalla sua uscita sul palco, travestito da mago perchè incapace, a suo dire, di poter stupire dopo le performance di altri guru della cucina come Teverini e Cracco. Invece il travolgente chef pugliese ci riesce, eccome! Con un trucco da vero mago, Liuzzi riesce a trasformare il pesce passato qualche minuto al vapore in una vera e propria grigliata..come? Creando un vapore speciale, realizzatoimmergendo in acqua e olio del carbone ardente. Un colpo di genio per uno chef dalla traboccante energia creativa, che si esprime anche in presentazioni ricercate e divertenti. "Questo piatto - sottolinea Liuzzi - mi riporta indietro negli anni, alla mia infanzia e alle bellissime grigliate fatte in campagna con la mia famiglia, in Puglia".

 

La giuria, consegnando la vittoria a Liuzzi ha voluto quindi premiare la voglia di trattenere i ricordi attraverso i sapori  e la fantasia creativa, perché la cucina non sia solo espressione tecnica, ma soprattutto cuore ed emozione. Siamo certi che questo è solo un primo splendido capitolo di Chef a Teatro, il secondo sarà ancora più sorprendente.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -