Lotta all'evasione, nuova alleanza tra Comuni e Agenzia delle Entrate

Lotta all'evasione, nuova alleanza tra Comuni e Agenzia delle Entrate

Lotta all'evasione, nuova alleanza tra Comuni e Agenzia delle Entrate

Coinvolgere i Comuni nella lotta all'evasione fiscale, attraverso uno scambio strutturato di informazioni tra amministrazione finanziaria ed enti locali: questo l'obiettivo del Protocollo d'intesa siglato tra l'Agenzia delle Entrate e l'Associazione dei comuni emiliano romagnoli (Anci regionale). L'intesa prevede programmi di recupero dell'evasione con la partecipazione diretta dei Comuni, che trasmettono all'Agenzia delle Entrate informazioni utili per gli accertamenti.

 

La firma è avvenuta per mano del Direttore Regionale dell'Agenzia delle Entrate Emilia-Romagna, Ciro De Sio, e del Direttore dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani Emilia-Romagna, Antonio Gioiellieri.

 

Il Protocollo, di durata biennale, prevede la definizione di programmi di recupero dell'evasione con la partecipazione diretta dei Comuni, che trasmettono all'Agenzia delle Entrate informazioni utili per avviare gli accertamenti fiscali. In particolare, il compito del Comune sarà quello di segnalare ai funzionari del fisco i soggetti che evidenziano una rilevante capacità contributiva (ad esempio, il possesso di beni di lusso in assenza di redditi dichiarati) e situazioni in cui si manifestano possibili comportamenti evasivi, soprattutto nei settori del commercio, delle libere professioni, dell'edilizia e delle residenze fittizie all'estero.

 

Per la concreta attuazione dell'accordo è istituito un gruppo di lavoro, formato da esperti delle due parti, con compiti di monitoraggio e coordinamento: tra questi, rientra l'organizzazione di un ciclo di seminari tenuti da esperti dell'Agenzia delle Entrate, rivolti al personale dei comuni già impegnato nelle attività di controllo.

 

"La firma del Protocollo - ha dichiarato De Sio -  rappresenta per noi un punto di partenza, il primo passo verso una collaborazione strutturata con gli enti locali, concepita come modalità operativa e non come convergenza occasionale di interessi. La lotta all'evasione, che resta l'obiettivo prioritario, ci offre in questo modo la possibilità di radicare la nostra presenza sul territorio, attraverso sinergie con le altre istituzioni".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 "Il Protocollo - ha sottolineato Antonio Gioiellieri - permette a tutti i Comuni della regione di mettere a punto la collaborazione con gli Uffici dell'Agenzia delle Entrate. In tal modo, attraverso ANCI Emilia-Romagna, vengono semplificati gli adempimenti necessari per strutturare la cooperazione tra Comuni e Agenzia delle Entrate contribuendo alla qualificazione delle competenze professionali della pubblica amministrazione e allo sviluppo di quel lavoro di incrocio dei dati tra amministrazioni pubbliche, che è la condizione per migliorare i servizi modernizzandone l'organizzazione e i processi di lavoro per perseguire l'equità e la trasparenza nel rapporto tra istituzioni pubbliche e cittadini".    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -