Lucca: uccisa dopo un rifiuto, l'amico confessa

Lucca: uccisa dopo un rifiuto, l'amico confessa

Lucca: uccisa dopo un rifiuto, l'amico confessa

LUCCA - Una giovane di 20 anni, Vanessa Simonini, è stata uccisa strangolata, intorno all'1,40 di martedì, sul greto del fiume Serchio, vicino a Gallicano, in provincia di Lucca. Il corpo della ragazza è stato trovato in una viuzza secondaria che scende verso il fiume Serchio. I carabinieri hanno arrestato il 35enne Simone Baroncini di Pisa: l'uomo ha confessato l'omicidio. Secondo una prima ricostruzione, il delitto sarebbe maturato al termine di una discussione tra i due.

 

"Ho perso la testa dopo un rifiuto", avrebbe riferito il 35enne agli uomini dell'Arma durante l'interrogatorio. I due si conoscevano da molti anni per frequentazioni comuni avute nel paese di Gallicano. Negli ultimi tempi era nata un'amicizia più profonda tra i due. Vanessa, secondo le ultime risultanze, aveva accettato di andare ad una festa con l'uomo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -