Lugo, a Caffè Letterario tocca a Paolo Nori

Lugo, a Caffè Letterario tocca a Paolo Nori

LUGO - Venerdì 23 aprile alle ore 21,00 nella sala conferenze dell'Hotel Ala d'Oro nuovo appuntamento di Caffè Letterarrio dedicato alla narrativa con lo scrittore emiliano Paolo Nori e il suo ultimo romanzo "I malcontenti" edito da Einaudi pochi mesi or sono. A introdurre la serata, che si concluderà con il consueto brindisi finale con i vini in degustazione,  sarà il curatore di Caffè Letterario Marco Sangiorgi. La storia principale che si racconta nei Malcontenti è la storia della relazione tra due ragazzi poco meno che trentenni, che appena usciti dall'università e dallo spaesamento post universitario provano a entrare, come si dice, nel mondo, e provano a farlo senza far saltare per aria la loro relazione, ed è la storia di come questa relazione poi alla fine salta per aria quando i due si mettono a lavorare insieme a un festival che si chiama Festival dei malcontenti .

 

 Intorno a questa vicenda si muovono, nel libro, diverse altre cose, la principale delle quali, mi sembra, è la messa a fuoco dello stato non tanto di una generazione, come verrebbe da dire, ma di più generazioni, di quelli che vanno in giro, oggi, in Italia, avendo tra i 25 e i 45 anni, e che si potrebbero definire, con approssimazione, i malcontenti. Paolo Nori è nato a Parma nel 1963. Dopo aver lavorato come ragioniere in Algeria e in Iraq, Paolo Nori si è laureato in Lingue e Letterature straniere all'università di Bologna a Bologna. Specialista in lingua russa e francese, ha cominciato a scrivere nel '96 ed ha pubblicato diversi romanzi e ha tradotto diversi classici della letteratura russa. Paolo Nori, che nelle affabulazioni dal vivo è originalissimo e straordinario, almeno quanto nei suoi libri, ha già anticipato sul proprio blog l'incipit della lettura de «I Malcontenti» che farà a Caffè Letterario: «Questo è un romanzo che ha 163 pagine e 274 capitoli. Ne faccio una lettura non consecutiva, con un nuovo montaggio, di una ventina di pagine. Devo dire che da questa lettura non credo si capisca, il romanzo: non si capisce la trama, non si capiscono bene i personaggi, non si capisce come va a finire, non si capisce quasi niente, probabilmente. Adesso comincio».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -