Lugo, accordo tra Unione della Bassa Romagna e sindacati: confermate le misure anticrisi

Lugo, accordo tra Unione della Bassa Romagna e sindacati: confermate le misure anticrisi

LUGO - I rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil del distretto di Lugo hanno sottoscritto un accordo con l'Unione della Bassa Romagna per i bilanci dell'anno 2011. L'accordo si inserisce in un momento di forte difficoltà per le finanze pubbliche e i sindacati guardano con preoccupazione ai vincoli di bilancio imposti agli enti locali.

 

"Il pesante taglio dei trasferimenti finanziari a favore dei Comuni e lo stato economico complessivo del Paese stanno producendo effetti molto negativi - commentano Alberto Mazzoni, coordinatore area Lugo per la  Cgil, Giancarlo Gieri, responsabile area Lugo per la Uil, Maria Teresa Ronchi, responsabile area Lugo per la Cisl Antonio Cinosi e segretario provinciale della Cisl -. I bilanci di previsione dei Comuni e dell'Unione soffrono di una riduzione di risorse trasferite pari a 2,8 milioni nel 2011 e pari a circa 4,8 milioni nel 2012. Ciò implica la necessità di attivare ancora di più tutti gli sforzi necessari per una politica razionale nel reperimento e nell'uso delle risorse per limitare un impoverimento complessivo della Bassa Romagna e, al tempo stesso, scongiurare una contrazione degli interventi degli enti locali in favore delle politiche a sostegno della coesione sociale".


I sindacati chiedono una indifferibile profonda riforma della finanza locale: "Occorre recuperare la massa enorme dell'evasione e ricostruire il patto di fiducia tra Stato, istituzioni locali e cittadini. Occorre inoltre rifondare su basi più eque il sistema di redistribuzione del reddito del nostro Paese, spostando la leva fiscale dal lavoro ai consumi, alle rendite speculative e ai grandi patrimoni".


"Sulla base di queste premesse l'accordo sottoscritto dalle organizzazioni sindacali e dall'Unione conferma anche per il 2011 tutte le misure anticrisi avviate, in accordo con Comuni e Provincia, nello scorso anno - continuano i sindacati -. Si dà atto che per l'esercizio 2011 l'Unione sosterrà una spesa complessiva per i servizi di welfare pari a 10,6 milioni. Si conferma anche per il 2011 il fondo anticrisi di 100mila euro a sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


L'accordo, proseguono, "sottolinea inoltre la piena condivisione dell'impegno per un'efficace lotta all'evasione fiscale (in merito l'Unione ha già avviato un rapporto di collaborazione/convenzione con l'Agenzia delle entrate). Il documento indica inoltre la necessità di continuare il processo di coerente sviluppo dei servizi associati dell'Unione attraverso l'istituzione di nuovi servizi nei settori della Polizia municipale, dei servizi educativi e di urbanistica ed edilizia. Inoltre l'accordo prevede di verificare e aggiornare, attraverso la convocazione di un'apposita conferenza, gli interventi previsti dal "Patto per la sostenibilità dello sviluppo della Bassa Romagna".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -