Lugo, approvato il bilancio dei Comuni della Bassa Romagna

Lugo, approvato il bilancio dei Comuni della Bassa Romagna

LUGO - Seduta piena quella del Consiglio dell'Unione svoltasi mercoledì 2 marzo. In apertura il Presidente Lino Bacchilega commemorato, con un minuto di silenzio, la morte dell'alpino Massimo Ranzani, ucciso in Afghanistan nel corso di uno scontro a fuoco in cui altri 4 commilitoni sono rimasti feriti. Punto centrale dell'ordine del giorno è stata l'approvazione del bilancio di previsione dell'esercizio 2011. In sintesi un bilancio di oltre 22 milioni di euro di cui circa 10 (il 48,8 % del totale) interamente dedicati ai servizi di carattere sociale.

 

Un "documento rigoroso" - così lo ha definito nella sua presentazione il Sindaco referente Angelo Galli - approvato con i voti favorevoli della maggioranza e delle liste civiche "Vivi Bagnara" e "Insieme per Sant'Agata". Hanno votato contro, i gruppi del PDL e della Lega Nord.

Inoltre è stata approvata l'adesione dell'Unione alla Fondazione alla costituzione della Fondazione "Istituto Tecnico Superiore per l'energia e l'ambiente" che ha lo scopo di promuovere la diffusione della cultura tecnico e scientifica nel settore energia e ambiente, di sostenere le misure per promuovere lo sviluppo dell'economia e le politiche attive del lavoro.

 

Infine, con la presentazione della convenzione tra i nove comuni dell'Unione, ha preso il via il percorso di costituzione del Corpo Unico della Polizia Municipale della Bassa Romagna. Nel corso della sua illustrazione, il Sindaco referente Linda Errani ha puntualizzato i quattro obiettivi base dell'operazione e che consistono nell'accentramento delle procedure per liberare risorse da impiegare in azioni di concreta e visibile presenza nel territorio, nella creazione di nuclei specializzati su particolari funzioni quali l'edilizia, la sicurezza su lavoro, la polizia giudiziaria e l'incidentistica stradale; nella assoluta garanzia della prossimità territoriale attraverso la creazione di 7 presidi e nell'incremento dei servizi dei servizi locali quali il terzo turno e la centrale operativa attiva per 16 ore al giorno. Ora la discussione passa ai 9 Consigli Comunali che entro la metà di Aprile sono chiamati ad esprimersi sulla convenzione di conferimento dei servizi di P. M. all'Unione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -