Lugo, festa alla 'Sassoli' per i 100 anni di nonna Lucia

Lugo, festa alla 'Sassoli' per i 100 anni di nonna Lucia

La signora Lucia con il sindaco Raffaele Cortesi

LUGO - Ieri, mercoledì 11 novembre, la casa protetta "Sassoli" di Lugo ha festeggiato i cento anni della sua ospite Lucia Sasso, alla presenza di Raffaele Cortesi, sindaco di Lugo; Pierluigi Ravagli, presidente dell'Asp; Miriam Ducci, membro del Consiglio di amministrazione dell'Asp, Nicola Allegri, coordinatore della "Sassoli"; Paolo Maria Giornelli, responsabile Unitalsi di Lugo.

 

Nata l'11 novembre 1909 a Lucera, in provincia di Foggia, Lucia Sasso a 11 anni si trasferì a Torino, presso il fratello e la sorella che già lavoravano alla Fiat, e inizià a lavorare alle Poste. Sconfitta la malaria, che la colpì a 16 anni, a 35 incontrò un soldato che rimpatriava come militare della seconda guerra mondiale, e che divenne poi suo marito. Nel 1946, al termine del conflitto, decisero di tornare nella regione d'origine del marito, e così si trasferirono a Bizzuno.

 

Per mantenere le figlie Andreina e Raffaella, Lucia si occupò dei lavori più duri in campagna. Nel 1955 la famiglia si trasferì a Lugo, dove Lucia iniziò a lavorare in ospedale come assistente agli ammalati, che l'hanno sempre molto apprezzata per la sua competenza. Ma essere vicina a chi soffriva per lei non era semplicemente un lavoro: come volontaria dell'Unitalsi, di cui è membro onorario, è stata in visita a Lourdes ben 35 volte.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -