Lugo: furto alla Snai, sgominata banda di sei romeni

Lugo: furto alla Snai, sgominata banda di sei romeni

Lugo: furto alla Snai, sgominata banda di sei romeni

RICCIONE - Sgominata dai carabinieri la banda di romeni che domenica ha rubato dal Punto Snai di via Acquacalda a Lugo una cassaforte con 40mila euro in contanti. Si tratta di un sodalizio criminale dedito ai furti in centri commerciali e sale giochi composto da cinque pregiudicati (di cui tre donne) ed un incensurato, di età compresa tra i 27 ed i 36 anni. Le indagini sono scattate in seguito ad un furto messo a segno alcuni giorni fa in un'attività commerciale a Coriano.

 

I carabinieri, dopo un accurato sopralluogo e a seguito di una meticolosa e speditiva attività d'indagine, avevano individuato una delle autovetture utilizzata dagli indagati per commettere il furto. Gli uomini dell'Arma, pertanto, hanno avviato una serie di controlli sul territorio, supportati anche da attività tecniche, che hanno consentito di rintracciare l'auto dei malviventi e di individuare presso un casolare di campagna a Savarna (Ravenna) la loro base operativa.

 

Domenica pomeriggio, ritenendo che la banda avesse commesso anche il furto compiuto al Punto Snai di Lugo, i carabinieri hanno avviato un prolungato servizio di osservazione nei pressi del casolare di Savarna dove hanno sorpreso che l'auto in uso agli indagati, che era oltremodo appesantita da un carico sospetto. Durante la serata i carabinieri hanno notato tre uomini mentre trasbordavano una cassaforte dal monovolume ad un furgone.

 

Quindi si sono messi all'inseguimento degli stessi che si stavano dirigendo verso Ravenna. una volta giunti nei pressi di un parcheggio, i militari hanno bloccato i ladri e recuperando la cassaforte che non era stata ancora aperta. Gli uomini dell'Arma si sono portati presso il domicilio dei tre malviventi, a Ravenna, dove sono state identificate le donne facenti parte del sodalizio criminale. Qui è stata rinvenuta altra refurtiva (generi alimentari, cosmetici e articoli da ferramenta) per un valore di 10mila euro.

 

Tutti sono stati arrestati con l'accusa di furto aggravato e ricettazione: si tratta di S.V.G., pregiudicato di 36 anni, A.H., pregiudicato di 35 anni, I.P.T., incensurato di 33 anni, F.C.I., pregiudicata di 33 anni, M.M., pregiudicata di 33 anni e C.A.L., pregiudicata di 27 anni. Ora si trovano in carcere a Forlì e Ravenna a disposizione del pm di Ravenna, Isabella Cavallari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -