Lugo, Roberto Faccani comandante del Corpo unico della Polizia Municipale

Lugo, Roberto Faccani comandante del Corpo unico della Polizia Municipale

Il comandante Roberto Faccani

LUGO - Dopo l'approvazione della convenzione di conferimento dei servizi di Polizia municipale e l'approvazione del progetto che riorganizza l'assetto della Polizia Municipale in Bassa Romagna, arrivano le nomine di Roberto Faccani, Comandante e di due vice comandanti: Maria Silvia Ferretti con competenze prevalentemente amministrative e Ebe Valmori, con funzioni prettamente operative.

 

A conclusione del processo di selezione iniziato il 4 aprile scorso tra il personale della polizia municipale della Bassa Romagna in possesso dei requisiti richiesti, sono state valutate le candidature tenendo conto dei diversi ruoli previsti dall'organigramma, delle professionalità possedute e delle esperienze maturate dai candidati  in precedenti incarichi di responsabilità.

 

Prosegue dunque il percorso per la realizzazione del Servizio di Corpo unico di Polizia Municipale della Bassa Romagna, previsto dagli obiettivi del Piano Strategico e iniziato appena un anno fa. Il nuovo servizio si occuperà di gestire, per tutto il territorio della Bassa Romagna le attività di sicurezza e presidio del territorio, di polizia urbana e rurale, di polizia stradale, giudiziaria e di controllo edilizio, ambientale, commercio, ecc. e gestirà le sanzioni amministrative di competenza.

 

La struttura della "nuova PM", operativa da inizio maggio, prevede l'istituzione di un unico comandante, Faccani appunto, mentre nei Comuni saranno mantenuti quelli che vengono definiti "presidi locali": sei strutture tecnico-operative a Lugo-Bagnara-Sant'Agata, Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice, Cotignola, Fusignano e Massa Lombarda, a cui faranno capo le forze di polizia municipale operanti sul territorio.

 

Gli obiettivi dell'unificazione, a beneficio dei cittadini, sono: aumentare il presidio del territorio sia con agenti a piedi che in strada, realizzare il terzo turno serale su tutto il territorio, istituire nuclei specializzati per compiti specifici, aumentare l'efficacia del coordinamento con le forze dell'ordine per ciò che riguarda tutte le politiche di sicurezza a servizio dei cittadini, e migliorare complessivamente l'efficienza delle strutture a parità di agenti impiegati grazie all'accentramento, all'informatizzazione quindi alla riduzione delle attività amministrative.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -