LUGO - Teatro, al via ciclo di spettacoli per i ragazzi

LUGO - Teatro, al via ciclo di spettacoli per i ragazzi

LUGO (RA) - Saranno sei gli spettacoli che comporranno il cartellone di Teatro Scuola 2007 per gli studenti del Comune di Lugo, ospitato dal Teatro San Rocco. Organizzata da Accademia Perduta/Romagna Teatri, la rassegna si svolgerà dal 2 febbraio al 18 aprile e avrà per protagoniste alcune delle compagnie più titolate del Teatro Ragazzi italiano.


Il primo spettacolo sarà La fattoria degli animali del Teatro Due Mondi. Ispirato all’omonimo romanzo di George Orwell e scritto da Gigi Bertoni, lo spettacolo mette in scena sei attori che si muovono nello spazio totale del teatro - totale perché non ci si limita a raccontare dal palco ma si utilizza anche la platea - cercando di divertire e di dare stimoli. I costumi che indossano sono neutri, perché si è scelto di evocare (e non di descrivere, in questo rovesciando Orwell), facendo muovere non animali ma uomini che utilizzano sagome o riproduzioni di animali, e che nel buio ne richiamano il verso. La musica è suonata dagli stessi attori, dal vivo (2 febbraio ore 9,30).


Seguirà Pollicino, fortunata produzione di Accademia Perduta rappresentata in tutta Europa, interpretato da Claudio Casadio e diretto da Gianni Bissaca. Il protagonista della vicenda è piccolo, ma la sua paura, grande, non lo annichilisce. Ciò che, al contrario, lo rende vincitore di fronte alle avversità della vita è la curiosità ed il suo coraggioso desiderio di conoscere la realtà. E’ la curiosità che spinge Pollicino a vigilare su quanto dicono e fanno i genitori ed egli è in grado di avvertire con tempestività il pericolo e di attrezzarsi per farvi fronte. Dalla casa del padre a quella dell’Orco, attraverso il bosco, si avvia al mondo, verso altri boschi ed altre case…Pollicino non fa ritorno a casa sua e non si perde: il suo viaggio continua…(13 e 14 febbraio ore 9,30).


La compagnia Teatro Linguaggi/Teatro Stabile delle Marche proporrà poi Pà pà pàpagenooo ovvero Il flauto magico. Pa...pa...pa...pa...queste sillabe, che ricordano i richiami degli uccelli, danno inizio ad uno dei più noti duetti della storia della musica: l’incontro tra Papageno e Papagena copia di uomini –uccelli che nel ‘Flauto magico’ celebrano così la loro gioia. Mozart aveva una grande passione per l’espressione onomatopeica e sopratutto per gli uccelli. E c’è sicuramente Mozart nascosto dietro la maschera di Papageno/l’uccellatore, che vestito di piume e con una gabbia di uccelli sulle spalle, fischia e canta, tanto da essere scambiato lui stesso per uccello (27 febbraio alle ore 9,30).


Sarà poi la volta di In cerca di parole, spettacolo della compagnia Fontemaggiore. Una scrittrice deve scrivere un libro ma non trova le parole; inizia così un divertente viaggio nel complesso universo del linguaggio e della scrittura. Il viaggio comincia da due mondi separati: quello della “mente” della scrittrice e quello del “farsi della storia”. Nel “teatro della mente” vivono “idee”, che propongono e vogliono mettere in scena personaggi, situazioni, intrecci, in una sorta di laboratorio dell’immaginazione, in cui si gioca con i suoni e le forme delle lettere…(6 marzo ore 9,30).


A seguire, la compagnia Viva Opera Circus porterà in scena Bianca come la neve. Lo spettacolo, scritto e diretto da Maria Ellero e Gianni Franceschini, indaga uno dei temi più profondi e significativi della fanciullezza: il mistero della crescita, del “diventare grande” e quindi la necessità di incontrare il proprio destino, conoscerlo, affrontarlo e cominciare così a prendere coscienza di sé e della propria maturità (20 e 21 marzo ore 9,30). Chiuderà la rassegna Il viaggiatore immobile di Tanti Cosi Progetti (17 e 18 aprile alle ore 9,30).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Info: 0545/64330 e www.accademiaperduta.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -