Mafia, preso a Catania il boss Caruso

Mafia, preso a Catania il boss Caruso

Mafia, preso a Catania il boss Caruso

ROMA - Continua senza sosta la lotta contro la mafia. Dopo gli arresti di sabato scorso di Giovanni Nicchi, il principale boss della mafia palermitana, e di Gaetano Fidanzati, boss del narcotraffico, le forze dell'ordine hanno assicurato alla giustizia Salvatore Caruso, 46 anni, reggente della cosca mafiosa Cappello. Secondo l'accusa, stava riorganizzando il clan Cappello dopo l'azzeramento dei vertici della cosca in seguito a una serie di inchieste.

 

Caruso dovrà rispondere delle accuse di associazione mafiosa, traffico di droga ed estorsioni. Intanto il ministro delle Riforme, Umberto Bossi, pensa che la legge sui pentiti vada rivista. A margine di una visita al presepe di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, il capo del Carroccio ha risposto "per me sì" a chi gli chiedeva se la legge debba essere modificata.

 

"Berlusconi non penso vada in giro a mettere bombe - ha detto -. Diciamo che la mafia si è un po' arrabbiata perché noi abbiamo fatto leggi pesantissime contro la mafia e quindi si è mossa e si sta muovendo".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -