Manovra della Regione, Alessandrini (Pd): "Puntiamo su competitività e crescita"

Manovra della Regione, Alessandrini (Pd): "Puntiamo su competitività e crescita"

Verrà discussa nei prossimi giorni e approvata nella prima seduta di luglio dell'Assemblea legislativa la manovra di assestamento di bilancio, con cui la Regione Emilia-Romagna destina circa 212 milioni di euro (103,7 per spese correnti e 108,7 di investimento in conto capitale) a settori prioritari come il lavoro, le imprese, la sicurezza sociale e del territorio.

 

"In netta controtendenza rispetto alle scelte del governo nazionale - dichiara Tiziano Alessandrini, capogruppo della Commissione assembleare Politiche Economiche, nonché componente della Commissione Territorio e Ambiente - puntiamo su investimenti che vanno nella direzione della competitività e della crescita, economica e occupazionale, per attrezzare il nostro sistema ad uscire prima e meglio dalla crisi. Infatti il filo conduttore riguarda l'innovazione, la ricerca, le reti di imprese".

 

Molte sono le misure e le risorse destinate a salvaguardare e migliorare la competitività dell'Emilia-Romagna. La manovra di assestamento mette a disposizione 78,6 milioni di euro a sostegno e per la qualificazione delle imprese (5 milioni), per la riqualificazione delle strutture ricettive (3,5 milioni) e delle aree commerciali nei centri storici (2 milioni) e per facilitare l'accesso al credito delle imprese agricole (3 milioni). Sul fronte specifico dell'occupazione, è previsto il potenziamento, dalla seconda metà dell'anno, delle politiche attive per i lavoratori delle aziende in difficoltà, anche grazie alle risorse del fondo sociale europeo. Rientrano poi nella manovra 12,2 milioni di euro destinati a potenziare gli investimenti per la dotazione energetica delle aree produttive, con impianti fotovoltaici e moderni sistemi energetici; 13,4 all'ammodernamento della rete viaria di interesse regionale e 35,5 allo sviluppo della rete veloce internet, per garantirvi l'accesso a tutto il territorio.

 

"Credo che queste siano cifre ma soprattutto scelte importanti - afferma l'esponente Pd - che in sede di Commissione e con il contributo del dibattito assembleare potranno essere ulteriormente perfezionate".

 

Ora un ruolo importantissimo spetta al territorio che deve mettersi in condizione di intercettare i finanziamenti, in particolare sul tema della qualificazione delle imprese, delle azioni legate alla green economy, della riqualificazione dei centri storici".

 

"Le Istituzioni elettive - conclude Alessandrini - devono fare la loro parte, ma non meno le imprese, attraverso un ruolo proattivo delle Organizzazioni economiche".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -