Marea nera del Po, i Verdi: "Rischi per la catena alimentare"

Marea nera del Po, i Verdi: "Rischi per la catena alimentare"

BOLOGNA - Lo sversamento nel Lambro di 600 mila litri di gasolio e' "il colpo di grazia per un fiume da decenni in un vergognoso stato di degrado", denuncia la capogruppo dei Verdi alla Regione Emilia-Romagna Daniela Guerra. Ma soprattutto "l'onda nera rappresenta una gravissima minaccia non solo per gli abitanti dei comuni rivieraschi lombardi, ma per tutto l'ecosistema del Po, con danni ambientali a catena per centinaia di chilometri a valle"

 

E "purtroppo- segnala l'esponente del Sole che ride in una nota- i danni si ripercuoteranno su tutta la catena alimentare, con conseguenze che dureranno nel tempo, e si registrano gia' gravissime conseguenze sul settore agricolo che gravita intorno al sistema fluviale. Il Lambro e' uno dei fiumi piu' inquinati d'Italia e continua a portare un contributo di veleni insopportabile per il Po" e "da anni i Verdi denunciano le carenze del sistema di depurazione civile e industriale lombardo i cui effetti si ripercuotono sullo stato di salute del Po e del mare Adriatico.

 

E proprio alcune settimane fa, il 2 febbraio, il Parlamento ha approvato una legge che depenalizza il reato di scarico di acque reflue su proposta del ministro Prestigiacomo, legge che deve ancora essere pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale", tanto che Guerra arriva a "definire il caso del Lambro uno sversamento 'a orologeria'". I Verdi chiedono quindi al presidente Vasco Errani "di impegnarsi affinche' la Regione Emilia-Romagna si costituisca in sede penale e civile contro gli inquinatori che hanno provocato questo inaccettabile danno doloso, che sta causando la moria della flora e della fauna presenti nel bacino del fiume Po, per fare in modo che questi ecocriminali non se la cavino pagando semplicemente una multa".

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    PdL partito della libertà... di inquinare! V E R G O G N A questo paese è sempre più una F O G N A

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -