Marina Romea: la Pro Loco su microcriminalità, abusivismo e spettacoli viaggianti

Marina Romea: la Pro Loco su microcriminalità, abusivismo e spettacoli viaggianti

MARINA ROMEA - La Pro Loco fa il punto della situazione su microcriminalità, abusivismo e spettacoli viaggianti: "Innanzitutto vanno tenuti distinti i problemi di microcriminalità, abusivismo e spettacoli viaggianti con relativo stazionamento di camper e roulotte, impiegati dai giostrai come loro abitazione e da camions con le attrezzature utili al parco divertimenti, poiché, ad avviso della Pro Loco, non sono collegabili".

 

"Per la microcriminalità - si sottolinea nella nota - ed in particolare per furti negli appartamenti ed anche nelle auto in sosta, frequenti anche quest'anno, la Pro Loco ha sollecitato più volte una maggiore sorveglianza da parte delle Forze dell'Ordine (Carabinieri, Polizia di Stato con supporto, per quanto possibile, dei Vigili Urbani). La stazione dei Carabinieri della località alla quale ci si è rivolti in più occasioni, assicura di fare il possibile per il monitoraggio del territorio, ma essendo dotata di un organico scarso, ulteriormente ridotto dopo il terremoto dell'Abruzzo, non è sufficientemente in grado di garantire maggiore sicurezza. La richiesta più volte avanzata dalla Pro Loco nel tempo ai vari livelli, di una presenza costante dei Vigili di quartiere che sarebbero molto utili per la conoscenza del territorio e dell'ambiente, nel quale si verificano i fatti, e di conseguenza alle indagini per colpire il fenomeno, non è mai stata accolta per realizzarla con efficacia poiché un passaggio saltuario con un automezzo non raggiunge lo scopo".

 

 

"Sull'abusivismo si parla tanto e si conclude poco o niente, come la Pro Loco ha sottolineato in diverse circostanze, se non si colpisce l'origine del fenomeno che sfrutta della povera gente che ha bisogno di guadagnarsi da vivere. I blitz sporadici non servono e creano solo malumori, occorrono indagini serie, sorveglianza costante, regolamentazione del settore da far rispettare a difesa dei commercianti in regola, che pagano le tasse, degli sfruttati, che hanno diritto anch'essi di un futuro migliore, e degli stessi cittadini, spesso imbrogliati".

 

 

"In merito agli spettacoli viaggianti -si legge - è bene precisare che ogni anno, da tempo, questi sono presenti a Marina Romea in area privata, con autorizzazione comunale, i cui titolari sono sempre gli stessi, conosciuti, componenti dell'Associazione "Opera Nomadi", presenti su tutto il territorio Nazionale di cui uno è coordinatore per l'Emilia Romagna. La Pro Loco ha sollevato in proposito innanzitutto il problema della collocazione del così detto "accampamento" utilizzato per le abitazioni degli addetti al "parco" (circa 15 persone) e per le attrezzature di supporto, in quanto nelle Piazze dove vi sono delle attività commerciali e delle residenze, non è gradita tale collocazione ed anche perchè queste è meglio siano utilizzate per scopi turistici".

 

"Inoltre pure il parco divertimenti, fino ad ora allestito nella Pineta privata adiacente Piazza Italia, dovrà trovare un'altra collocazione in quanto, con l'approvazione prossima del nuovo Piano Regolatore Generale, l'area attuale assumerà una destinazione diversa, quale vero "centro di aggregazione", con l'ampliamento della Piazza Italia, una superficie commerciale, l'Ufficio Turistico, abitazioni private, come previsto dal R.U.E. appena approvato. La Pro Loco ha chiesto quindi che sia reso esecutivo, con un immediato finanziamento, il progetto di massima, già predisposto dall'Amministrazione Comunale, di un'area attrezzata per spettacoli viaggianti che, vista la collocazione già individuata al confine tra Marina Romea e Porto Corsini, è utile per entrambe le località. La Pro Loco chiede perciò fermamente che tale struttura sia funzionante per l'anno prossimo, onde evitare le continue diatribe in proposito ed uscire, una volta tanto, dalla provvisorietà, visto che il Comune è obbligato dalla legge 337 a dare ospitalità ai proprietari e addetti per gli spettacoli viaggianti. Ed inoltre necessita tenere conto che la località vive sul turismo e non tollera più la situazione attuale descritta".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -