Massa Lombarda, dal 15 gennaio la sagra di 'San Peval di segn'

Massa Lombarda, dal 15 gennaio la sagra di 'San Peval di segn'

MASSA LOMBARDA - A partire dal 15 gennaio torna il ricco calendario degli appuntamenti della tradizionale festa di San Paolo. Si tratta di due settimane di eventi, mostre, animazione e spettacoli che coinvolgono l'intera città fino al 30 gennaio. Il cuore rimane naturalmente il 25 gennaio, data in cui ricorre la Conversione di San Paolo, patrono di Massa Lombarda.

 

 ‘San Peval di Segn' dal dialetto romagnolo si traduce con ‘San Palo dei Segni'. E' il titolo che da più di un decennio l'Amministrazione comunale sceglie per far rivivere la festa patronale e si rifà ad un'antica usanza degli agricoltori massesi di guardare il tempo nei primi 25 giorni del mese di gennaio per interpretare i ‘segni' della natura e pronosticare le condizioni metereologiche e l'andamento di tutto il nuovo anno.

 

L' edizione 2011 della festa è caratterizzata da spettacoli, mostre, punti gastronomici e animazioni in centro storico.

Le mostre, otto in tutto, sono allestite nei principali spazi culturali del centro storico con la collaborazione delle associazioni del territorio. Alla sala del Carmine l'Assessorato alla Cultura propone Cesare Baracca, uno di più interessanti artisti emergenti romagnoli con ‘Dis Manibus', un percorso ai confini delle ombre e delle paure più inquietanti della nostra società contemporanea. L'inaugurazione, prevista per venerdì 21 gennaio alle ore 21.00 rappresenta un evento nell'evento con il concerto del quintetto Luminal che raccoglie cinque nomi di assoluto primo piano nel panorama del jazz italiano.

Al Centro giovani Jyl invece, esporrà, a partire dal 23 gennaio, un giovane artista massese Massimiliano Marianni, ancora allo Studio SanVitale 41, Antonio Caranti con la mostra ‘Conflitti'.

Le mostre in programma saranno anche al Centro Culturale C.Venturini con ‘Dieci anni di libri d'artista' ad opera di Lamberto Caravita, in Sala Consiliare con la mostra ‘Terra desolata' del fotografo Claudio Lovecchio a cura del Circolo Fotografico; Giovanni Foschini e la sua massima' sarà in mostra al Circolo massese mentre nella piazzetta del Carmine sarà allestita la mostra fotografica dal titolo ‘Vita con gli alpini'; l'Avis, infine, presso la chiesa di San Salvatore sensibilizza alla donazione di sangue con ‘Tutti dovremmo farlo'.

Un percorso, quello delle mostre, che raccoglie arte, storia e solidarietà.

 

Il calendario degli eventi raccoglie 26 appuntamenti, organizzati dal Comune e dalle associazioni di Massa Lombarda. Questo dato dà immediatamente il senso della partecipazione e del coinvolgimento che il patrono riesce ad attivare. Il solo giorno di San Paolo, il 25 gennaio, la città si riversa per le strade. Si stimano per quella sola giornata almeno 4.000 presenze. L'Amministrazione ha evidenziato i sei buoni motivi per partecipare: la cultura con tutte le otto mostre aperte, lo shopping tra le bancarelle della fiera e i negozi, il buon cibo, la solidarietà, il divertimento e la festa.

 

" Nonostante il clima duro di fine gennaio San Peval di Segn rappresenta uno dei momenti culturali più forti di tutto l'anno. - commenta Davide Pietrantoni, Assessore alla Cultura - E' un grande momento di ritrovo, di riflessione sull'identità della nostra comunità, ma anche di festa e di svago. Tutta la città, senza distinzioni, è presente. Si percepisce la voglia di condividere un momento unitario, che riguarda tutti: i nuovi e vecchi massesi, i vicini e quelli che tornano per l'occasione da lontano; per strada e in famiglia. Questo è' il ‘segno' più importante che il nostro patrono ogni anno ci consegna. E' un'identità che, in questa occasione,  si fa particolarmente viva. Nei quadri dei nostri pittori, nei piatti di cucina tradizionale preparati dentro le case, nella rievocazione di storie e personaggi" .

 

Oltre alla giornata del 25 i tanti appuntamenti che si snodano prima e dopo vanno dallo sport alla gastronomia, dalla cultura allo svago. Ne ricordiamo alcuni.

 

La mattina 22 gennaio si celebra il Museo Carlo Venturini, che ha ottenuto il riconoscimento di ‘Museo di qualità' da parte della Regione Emilia Romagna, con l'apposizione della targa distintiva e una serie di iniziative per grandi e bambini, letture animate, la sperimentazione delle nuove audioguide e la presentazione del nuovo sito del Comune di Massa Lombarda.

 

Da non dimenticare la ‘XIV Sagra del Sabadone' , della Pro Loco, che riscopre l'antica ricetta del dolce massese, a partire da venerdì 21 gennaio e nelle giornate successive presso gli stand di Piazza Matteotti. Si cercherà di superare i 4.500 sabadoni venduti nella precedente edizione.

 

Spazio alla lirica con Voci del Territorio, in programma al Carmine venerdì 28 gennaio alle ore 21.00, serata che raccoglie sul palcoscenico i cantanti della Bassa Romagna.

 

Gran finale il sabato 29 gennaio in cui, come ormai da qualche anno, l'Assessorato propone un momento di festa in piazza a conclusione del programma. Quest'anno la piazza, a partire dalle 20.30, sarà l'arena per i colori, le suggestioni e le favole del grande illustratore Gek Tessaro, che, con il suo spettacolo Aquaria, affascinerà grandi e piccoli. A riscaldare i partecipanti saranno vin brulè e sabadoni per tutti.

 

"Anche quest'anno le festività di San Péval di Segn saranno un'occasione per la nostra comunità di ritrovarsi. Una festa per tutti. Un'opportunità per vivere la città, nel "segno" delle sue tradizioni e della sua storia. Quella storia che è fatta di idee e di persone che hanno saputo costruire una comunità coesa, con un' "identità" fondata sui principi della  solidarietà, sullo spirito d'iniziativa, sul senso di appartenenza." dichiara Linda Errani, Sindaco di Massa Lombarda".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -