Massa Lombarda, la festa della donna è interculturale

Massa Lombarda, la festa della donna è interculturale

MASSA LOMBARDA - A Massa Lombarda la Festa della Donna 2010 propone una serie di eventi all'insegna dell'interculturalità.  L'Assessorato ai Servizi Sociali, l'Assessorato alle pari opportunità, Spazio donna e Udi-Spi Cgil celebrano questa importante ricorrenza con quattro appuntamenti, dal 5 al 20 marzo, fra incontri, concerti, spettacoli teatrali, balli e musica dal mondo.

 

Venerdì 5 Marzo alle ore 20.30 nei locali di Spazio Donna (P.zza Marmirolo, 1) "ESSERE MADRI OGGI", l'esperienza della maternità tra mito e realtà. Partecipano Marilde Trinchero, arte-terapeuta e autrice del libro "La solitudine delle madri", e Naima Nassamer, coordinatrice Spazio Donna e mediatrice sociosanitaria.

Dare voce alle donne, lavorare sull'esperienza della maternità attraverso l'arte e farne emergere tutti gli aspetti, anche le difficoltà. L'obiettivo dell'incontro è quello di coinvolgere tutte le donne, italiane e straniere, per un ampio confronto e per favorire la conoscenza fra madri e cercare di tessere reti per arginare la solitudine.

 

Domenica 7 Marzo alle ore 15 nei locali di Spazio Donna (P.zza Marmirolo, 1) "FESTA DELLA DONNA ... E DEI BAMBINI!" con animazione, musica, balli dal mondo e merenda per tutti i partecipanti.

 

Lunedì 8 Marzo alle ore 21 alla Sala del Carmine ci sarà il concerto di Rachel Gould & Luigi Tessarollo Quartet, nell'ambito del Festival Crossroads. La voce personale e autentica di una tra le più grandi interpreti del jazz internazionale al femminile. Crossroads, come ormai consuetudine, da anni propone a Massa Lombarda un concerto al femminile.


Sabato 20 Marzo alle ore 21 alla Sala del Carmine andrà in scena "IL LUOGO CHE NON C'È", regia di Francesca Ascari, a cura di Fiorenza Marani. Lo spettacolo prende vita dall'esperienza maturata nell'ambito del laboratorio teatrale interculturale che si è svolto alla fine del 2009 a Massa Lombarda, e che ha visto la partecipazione di donne e uomini di nazionalità diverse. L'obiettivo è stato quello di favorire attraverso l'attività scenica l'incontro con l'altro, obiettivo diventato il fulcro dello spettacolo. L'esperienza vede coinvolte persone che per la prima volta si cimentano con la recitazione e che hanno deciso, assieme, di mettersi in gioco, interagire, rinunciare a qualcosa di se stessi per favorire e far crescere il dialogo fra culture.

 

Inoltre, da diversi anni le dipendenti del Comune di Massa Lombarda, promotrici dell'iniziativa accolta ovviamente con grande favore dal Sindaco Linda Errani, rinunciano alla tradizionale distribuzione della mimosa devolvendo il denaro per l'adozione a distanza di Lea Fe Terana, una ragazzina che vive a Las Pivas City, nelle Filippine, permettendole così di frequentare la scuola ed aiutare la sua numerosa famiglia.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -