Massa Lombarda ricorda la strage alle case Baffè-Foletti

Massa Lombarda ricorda la strage alle case Baffè-Foletti

Massa Lombarda ricorda la strage alle case Baffè-Foletti

MASSA LOMBARDA - Nella giornata di venerdì 15 ottobre il Comune di Massa Lombarda, l' ANPI, l'Istituto Comprensivo "F. D'Este", e il Comitato Unitario permanente antifascista a difesa delle Istituzioni democratiche e repubblicane, ricorderanno il 66° anniversario dell' eccidio alle case Baffè-Foletti, avvenuto il 17 ottobre del 1944, quando i nazisti uccisero 23 persone appartenenti alle famiglie Baffè e Foletti insieme ad amici, parenti, ospiti occasionali, vicini e dipendenti.

 

La strage fu un atto di rappresaglia dei tedeschi contro civili inermi uccisi senza pietà e senza ragione.

 

Dopo la carneficina, le abitazioni dei Baffè e dei Foletti furono incendiate e fatte saltare con mine e i cadaveri delle vittime lasciati alle fiamme.

 

Il Programma della giornata

La commemorazione comincerà alle ore 18 con la deposizione dei fiori nei luoghi dell'eccidio. Alle 20.30, poi, in Piazza Matteotti è in programma una fiaccolata per la Pace e la Giustizia; un corteo con destinazione piazza Umberto Ricci per depositare le corone sul monumento ai caduti.

La fiaccolata si concluderà alla sala del Carmine con il saluto di Linda Errani, sindaco e presidente del Comitato Unitario antifascista e l'inaugurazione della mostra documentaria dal titolo ‘Giuseppe Baffè e la strage di Case Baffè Foletti' a cura dell'Anpi - sezione G.Baffè Massa Lombarda e Sant'Agata. Si tratta di un'esposizione di foto, documenti, lettere e poesie dedicate a Giuseppe ‘Pippo' Baffè, carismatica figura massese che negli anni del fascismo e della guerra ha saputo caratterizzarsi come strenuo oppositore del regime fascista e sostenitore degli ideali di pace e libertà di pensiero. Non si può, infatti, capire la strage alle case Baffè-Foletti senza conoscere la storia di ‘Pippo' Baffè, che insieme alla propria famiglia e alla vicina famiglia Foletti, è stato giustiziato da fascisti e nazisti il 7 ottobre 1944 in maniera tanto violenta ed inumana.

La mostra si apre con un'immagine di Giuseppe Baffè, ragazzo, in partenza per la guerra del 15-18, momento dal quale poi scaturirà la sua ideologica pacifista e successivamente quella antiregime. Accanto alla foto del padre, una poesia di Albertina Santi Baffè, figlia di Pippo, dedicata a lui ricorda con dolore la strage delle case Baffè-Foletti. La mostra sarà aperta dall'intervento di Mauro Remondini, Presidente dell'Anpi di Massa Lombarda e Sant'Agata, che ha curato la mostra attraverso il reperimento dei documenti e delle immagini.

Seguiranno gli interventi dei ragazzi delle scuole primarie e secondarie di Massa Lombarda e Fruges che proporranno ‘Ti consegno la pace per un' Italia unita nello spirito dell'accoglienza e della solidarietà'.

Si tratta di un'importante giornata commemorativa, che, come ogni anno, coinvolgerà i cittadini e in particolare le scuole, impegnate in un percorso dedicato alla ‘memoria' per acquisire gli strumenti necessari ad analizzare criticamente il presente attraverso la conoscenza di ciò che è accaduto nel passato.

 

"Oggi non dimenticare questa tragedia - afferma Linda Errani, sindaco di Massa Lombarda - significa rendere onore e riconoscenza a loro e ai tanti altri nostri cittadini, che subirono la ferocia e la follia nazifasciste, nelle rappresaglie, nelle uccisioni, ma anche nelle angherie quotidiane. La Resistenza è stata e rimane fondamentale per la formazione civile delle nuove generazioni. Per questo ricordare è per noi oggi un dovere morale. Credo che iniziative come queste siano importanti perché permettono di conoscere ciò che è accaduto, ma soprattutto aprono un dialogo con la comunità, creano momenti di confronto, aiutano a vincere la perdita della memoria e a comprendere il valore della libertà, della giustizia e della pace."

 

La mostra documentaria ‘Giuseppe Baffè e la strage di Case Baffè Foletti', allestita alla sala del Carmine, via Rustici, 1 resterà aperta fino al 31 ottobre e osserverà i seguenti orari di apertura: dal lunedì al venerdì 15-19 e sabato e domenica 9-12 e 15-19.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -