Massa Lombarda, secondo laboratorio teatrale interculturale

Massa Lombarda, secondo laboratorio teatrale interculturale

MASSA LOMBARDA - Dopo l'edizione dello scorso anno, lunedì 15 novembre alle 20.30 alla Casa delle Donne di p.zza Marmirolo, 1 a Massa Lombarda prenderà il via il secondo laboratorio teatrale per adulti, gratuito e aperto a tutte le donne massesi. Quest'anno le partecipanti si cimenteranno nella messa in scena dell' opera  ‘La guerra è un affare di donne!!', scritto da Francesca Ascari e basato sulle opere Lisistrata e Donne al Parlamento di Aristofane.

 

Durante la serata di apertura e presentazione del corso, si procederà alle iscrizioni e alla conoscenza tra le partecipanti. Le iscrizioni resteranno aperte fino al 30 novembre per consentire alle persone interessate di provare questa esperienza. Al primo incontro di presentazione seguiranno altri incontri in cui i partecipanti si presenteranno attraverso le proprie biografie raccontate secondo le diverse modalità del teatro (gesti, parole, canto)- Dal quarto incontro, si entrerà invece nel vivo della recitazione attraverso l'insegnamento delle principali tecniche del palcoscenico come impostazione della voce, movimento, mimica e distribuzione del testo teatrale, al quale seguirà un lavoro di semplificazione, personalizzazione e apprendimento del copione.

 

L'impegno richiesto alle partecipanti è la presenza a due incontri settimanali, il lunedì e il giovedì dalle 20.30 alle 22.30 e si concluderà con la realizzazione di uno spettacolo nel mese di marzo 2011.

L'intero percorso è completamente gratuito. Non sono richieste doti o abilità particolari ma solo la giusta disponibilità d'animo. La regista Francesca Ascari e la coordinatrice Fiorenza Marani sapranno infatti costruire insieme alle partecipanti la giusta atmosfera e il clima ideale per creare un gruppo di lavoro in cui ognuna potrà trovare la propria dimensione e partecipare con il proprio personale contributo alla realizzazione dello spettacolo finale.

Le donne italiane e straniere, con le loro storie, il loro vissuto e le loro diverse sensibilità, diventeranno protagoniste di un percorso che può diventare luogo di crescita personale, grazie alla possibilità di mettersi in gioco in una situazione protetta, perché il raccontarsi e il proporsi è filtrato dal linguaggio teatrale.

 

 "L'esperienza del laboratorio - sottolinea Marina Lamonarca, assessore all'Integrazione- si inserisce nell' ambito dei progetti che l'Amministrazione comunale insieme a soggetti privati impegnati nel volontariato e nel sociale in genere sta realizzando da anni a favore delle donne italiane e straniere presenti nel territorio ed intende favorire, attraverso la ricerca teatrale, l'incontro tra culture diverse. Con questa nuova edizione del laboratorio speriamo di replicare il successo dell'anno scorso sia in termini di partecipazione delle donne straniere e italiane al percorso laboratoriale sia per quanto riguarda la presenza di pubblico alla rappresentazione finale che ha visto una sala del Carmine gremita ed entusiasta".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -