Massa Lombarda: tanta l’attesa per la “Notte di luce”

Massa Lombarda: tanta l’attesa per la “Notte di luce”

MASSA LOMBARDA - Giorno dopo giorno, a partire da giugno, si sono susseguite a Massa Lombarda diverse rassegne tematiche culturali e iniziative di animazione e intrattenimento che hanno offerto opportunità  di svago, socializzazione, divertimento non solo ai cittadini massesi in questa calda estate 2009. Gli appuntamenti sono stati 62, i volontari coinvolti oltre 500 e la stima delle presenze si aggira intorno alle 20.000.

 

"Notte di luce", prevista mercoledì 26 agosto in piazza Matteotti alle ore 20.30, vuole essere una sorta di serata di chiusura e saluto del cartellone di "Massa Estate", anche se per fine agosto e inizio settembre il calendario degli eventi non è terminato, anzi: dal 27 agosto al 3 settembre si svolgerà, infatti, la tradizionale "Sagra delle Sfogline" e dal 6 al 13 settembre sarà la volta della "Festa della Ripresa", con il 12 settembre "La festa estense" e il 13 settembre "Il Palio del Timone".

 

"Notte di Luce" prevede animazione e musica con la performance comica de' "I clerici vagantes (Paggio e Pellico)" e al termine l'immancabile chiusura pirotecnica, allestita sotto la Torre dell'Orologio. Lo spettacolo pirotecnico è particolarmente suggestivo per la collocazione nella piazza centrale del paese e per il fatto che è creato appositamente per avere come sfondo scenografico il campanile: si tratta di fuochi d'artificio, giochi di luce, cascate di fuoco dagli archi del campanile.

 

"Anche quest'anno  il nostro impegno, insieme a quello di tutta la città, nel costruire un programma estivo ricco ed eterogeneo, è stato ripagato  - afferma l'Assessore alle politiche culturali del Comune di Massa Lombarda, Davide Pietrantoni - In questi ultimi anni stiamo raccogliendo i frutti di un investimento e di un impegno continuo per mobilitare le persone, le idee, le energie che la città riesce ad esprimere. Il risultato finale è fatto di circa 20.000 presenze nel corso dell'estate alle nostre manifestazioni. Un traguardo straordinario per un piccolo centro, come il nostro, escluso dai grandi flussi turistici della riviera. Occorre continuare a lavorare in questa direzione, sostenere e coordinare le energie creative ed organizzative che il territorio esprime, ricercare sempre nuove idee e, attorno a queste, costruire una passione ed una motivazione".

 

Cenno storico sulla Torre dell'Orologio di Massa Lombarda

Dalla parte opposta della piazza principale si erge la Torre dell'Orologio, divenuta ormai simbolo architettonico della città, in quanto visibile da molti chilometri di distanza fuori dal centro abitato. Nel luglio del ‘57 veniva affidato a Morelli il compito di ricostruire la torre distrutta a causa di un incendio nel 1655. La torre si alza fino alla prima cornice con un nitido volume geometrico scandito da semplici riquadrature, nell'ultima delle quali è collocato l'orologio. I piani successivi, ad angoli smussi e marcati da un cornicione, sono alleggeriti da arcate balaustrate. La torre nasce lineare, si arricchisce successivamente di un misurato movimento, culminante nel vibrante bordo mistilineo della cupoletta.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -