Massa Lombarda, torna la tradizionale Festa di San Paolo

Massa Lombarda, torna la tradizionale Festa di San Paolo

Massa Lombarda, torna la tradizionale Festa di San Paolo

MASSA LOMBARDA - Fino al 31 gennaio, con la giornata clou il giorno 25 con la tradizionale Fiera e luna park nelle vie e nelle piazze del Centro Storico, a Massa Lombarda prende vita la Festa di San Paolo, Patrono della città. Una festa popolare ricca di arte, musica, spettacoli, divertimenti, gastronomia, eventi, mostre, animazioni, mercatini, che registra ogni anno migliaia di presenze. La Festa di San Paolo, "San Péval di Segn", racchiude in sé le varie anime della città.

 

Storia, cultura, gastronomia e convivialità in un percorso che valorizza l'identità di Massa Lombarda e dei suoi cittadini. Tutti - dall'Amministrazione comunale, alle associazioni di volontariato, culturali e sportive, al tessuto economico-imprenditoriale, ai privati cittadini - prendono parte attivamente all'organizzazione della Festa creando così un evento partecipato e diversificato.

 

Nel corso della Festa, sono ben 8 le mostre allestite, numerosi gli incontri culturali e di spettacolo e non manca l'appuntamento gustoso con la "Sagra del Sabadone", giunto alla XIII edizione, che si svolgerà dal 22 al 25 gennaio. La "Sagra del Sabadone" è realizzata a cura della Pro Loco, che ha deciso di riscoprire vecchie ricette originali del passato come quella del "sabadone" e di farla gustare nello stand allestito per l'occasione. Oltre ai "sabadoni" nello stand si potranno assaggiare altri prodotti tipici del territorio accompagnati da bevande calde.

Fra gli appuntamenti da non perdere c'è sicuramente quello in programma nella serata del 24 (inizio ore 20.30) in piazza Matteotti, con la performance mozzafiato di danza verticale che trasformerà la facciata della Torre dell'Orologio in un palcoscenico di evoluzioni aeree sorprendenti grazie agli acrobati-danzatori della Compagnia Il Posto.

 

Fra i primi appuntamenti in programma si segnala: Sabato 16 GENNAIO nella Sala del Carmine (ore 21,00) lo spettacolo di teatro dialettale Marieta la vo maride' su fiola, con la Compagnia "Piccolo Teatro dell'Oratorio San Paolo di Massa Lombarda"; mentre al Circolo Massese sarà inaugurata la mostra personale di grafica e pittura di Giuliano Giuliani (aperta fino  al 25 gennaio).

 

"Anche quest'anno le festività di San Péval di Segn saranno un'occasione per la nostra comunità di ritrovarsi. Una festa per tutti. Un'opportunità per vivere la città, nel "segno" delle sue tradizioni e della sua storia - dichiara Davide Pietrantoni, Assessore alle attività culturali del Comune di Massa Lombarda -. Festeggiamo, con questa festa, la nostra città e il nostro essere comunità. Lo si farà, come tradizione, in famiglia, con parenti e amici, vicini e lontani. Lo si farà per strada, tra le tante iniziative organizzate in collaborazione con le associazioni e i volontari del nostro territorio.  Oltre all'ormai tradizionale "percorso delle mostre", quest'anno il calendario si è ulteriormente arricchito di tanti appuntamenti, per tutte le età e per tutti i gusti: musica, spettacolo, storia locale, iniziative culturali ed eno-gastronomiche. Un calendario di eventi che l'Assessorato alla Cultura e il Comitato per le feste di San Paolo, che raccoglie coinvolgimento e la passione di tante associazioni e tanti cittadini, propone alla città con l'auspicio che possa costituire per tutti un'ulteriore e preziosa opportunità per incontrarsi e divertirsi insieme".

 

"San Péval di Segn" ha origini antiche ed oggi rappresenta la Festa dei "segni", di quei "segni" provenienti dalla Natura che gli agricoltori massesi cercavano di leggere e interpretare nei primi 25 giorni del mese di gennaio per pronosticare le condizioni meteorologiche di tutto l'anno. Si trattava di una sorta di previsione di come sarebbe andato l'anno per i raccolti e, più in generale, per la comunità. Da questi segni si cercava di prevedere il tempo delle diverse stagioni, la salute dei cittadini, la carestia o l'abbondanza dei raccolti, la guerra o la pace. Il periodo dei primi 24 giorni di gennaio, utile per la previsione meteorologica, era chiamato "al spej di mis" (le spie dei mesi). La valutazione generale sull'andamento dell'annata era compito riservato al venticinquesimo giorno di gennaio, giorno di San Paolo. Scrutando il  venticinquesimo giorno di gennaio nei suoi eventuali cambiamenti si poteva prevedere, ad esempio, per i raccolti: l'abbondanza (se c'era pioggia); la carestia (se c'era sole); un'annata normale (se era nuvoloso). In generale, una giornata di vento era presagio di guerra; una giornata di nebbia preannunciava un anno poco propizio per la salute.

 

"San Péval di Segn" è organizzato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Massa Lombarda, dal Comitato per le feste di San Paolo, con la collaborazione di Associazione Pro Loco

A.U.S.E.R., A.V.I.S., Circolo Bocciofilo Massese, Circolo Fotografico Massese, Circolo Massese, Comitato Centro Giovani Jyl, Comitato Per Il Restauro Della Chiesa Dell'oppio, Comunità Educativa "Maria Immacolata", Comunità Cattolica - Parrocchie "Conversione Di San Paolo" E "San Giacomo", Ior - Massa Lombarda, Spazio Donna, U.D.I, , Spi - Cgil,  Studio D'arte Contemporanea Sanvitale41. La Festa ha il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Ravenna.

 

Per informazioni:

CENTRO DI COMUNICAZIONE E ASCOLTO

tel. 0545 985890 - fax 0545 82759 comunicazioneascolto@comune.massalombarda.ra.it

www.comune.massalombarda.ra.it

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -