Massacrato di botte per mancata precedenza, 28enne in manette

Massacrato di botte per mancata precedenza, 28enne in manette

RIMINI – Una mancata precedenza è la causa di un violento litigio scoppiato sabato attorno alle 14 in via Alfieri a Rimini tra un turista torinese di 28 anni ed un riminese di 48. A riportare una prognosi di 45 giorni è stato il romagnolo per le lesioni riportate alle costole, alla tibia, al perone e al capo. Il 28enne, padre di una bambina di due anni, è stato arrestato dagli agenti della Volante del locale Commissariato con l'accusa di lesioni gravissime.


Il turista stava pedalando in compagnia della moglie, portando nel seggiolino la figlioletta. Mentre stava percorrendo via Alfieri è sopraggiunto il riminese in sella ad uno scooter di grossa cilindrata che ha tagliato la strada alla coppia.


Il torinese, impaurito per le possibili conseguenze in caso di caduta, si è portato verso il 48enne che nel frattempo si era fermato per porgere le proprie scuse. Un attimo e il 28enne ha scagliato la propria rabbia contro lo scooterista, buttandolo a terra e picchiandolo violentemente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto, su segnalazione di qualche passante, è intervenuta una Volante del Commissariato di Polizia di Rimini ed un'ambulanza del 118 che ha soccorso il romagnolo gravemente ferito. Per il turista la vacanza si è conclusa in manette. Per il romagnolo la prognosi è di 45 giorni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -