Massaggi in spiaggia, Cna FC: "Giusto vietarli"

Massaggi in spiaggia, Cna FC: "Giusto vietarli"

Massaggi in spiaggia, Cna FC: "Giusto vietarli"

FORLI' - Una recente ordinanza del Ministero della Salute prevede il divieto di offrire prestazioni riconducibili a massaggi estetici o terapeutici da parte di soggetti ambulanti allo scopo di salvaguardare la salute dei consumatori, messa a rischio dall'esecuzione effettuata da soggetti privi di competenza e preparazione ed in più attuata in luoghi non idonei.CNA Benessere e Sanità Forlì-Cesena , considera del tutto opportuna la misura assunta.

 

La Cna ricorda anche che tali pratiche, oltre  che produrre danno economico alle imprese che effettuano prestazioni nel rigoroso rispetto delle norme, può essere per i cittadini causa di seri problemi epidermici, allergie, infezioni cutanee ed altro, sia per l'assenza di igiene che per l'uso di prodotti, spesso di ignota provenienza o non conformi alle norme relative alla produzione e conservazione dei prodotti cosmetici.

 

L'attuazione pratica della norma e la vigilanza su tale divieto, sarà di competenza dei sindaci delle località balneari. CNA si augura che non si creino intoppi burocratici e che si ponga attenzione al grave problema, che proprio in questi mesi rischia di coinvolgere centinaia di migliaia di bagnanti, turisti compresi, con i rischi che ben conosciamo. In questo senso è auspicabile anche la collaborazione dei gestori degli stabilimenti balneari.

 

CNA, auspica infine che da parte delle autorità pubbliche nazionali e locali, vengano adottate serie misure di controllo e repressione delle attività abusive che colpiscono in modo particolare le imprese del settore benessere, come acconciatura ed estetica, purtroppo in ogni contesto territoriale, ma anche nelle attività del settore sanitario.

Occorre proteggere il cittadino dai danni causati da prestazioni effettuate da abusivi, figure spesso prive di ogni professionalità, improvvisatesi con l'ausilio, a volte, di normative troppo frettolosamente licenziate, informandolo correttamente sui risultati attesi, sui rischi di prestazioni inopportune o eseguite con tecniche non corrette, svolte in locali inadeguati rispetto ai requisiti igienico sanitari.

 

CNA Benessere e Sanità invita i cittadini a rivolgersi ad imprese autorizzate, con la garanzia di prestazioni svolte da operatori in possesso delle necessarie qualifiche e della necessaria preparazione professionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -