Maturità 2010, tutte le tracce. La prima indiscrezione su Levi alle 8.22

Maturità 2010, tutte le tracce. La prima indiscrezione su Levi alle 8.22

Maturità 2010, tutte le tracce. La prima indiscrezione su Levi alle 8.22

ROMA - Va in archivio la prima giornata dell'esame di maturità, dedicata al tema d'italiano. Le buste contenenti le tracce, come da regolamento, sono state aperte intorno alle 8.30. Tuttavia le prime indiscrezioni sono cominciate a trapelare alcuni minuti prima. Studenti.it, portale dedicato alla scuola, già alle 8.22 indicava Primo Levi come l'autore dell'analisi del testo. Dieci minuti più tardi l'indiscrezione ha preso corpo, come riportato anche da altri siti come Skuola.net.

 

Alle 8.54 la conferma definitiva e le prime informazioni sulle altre tracce: foibe, giovani e politica. Già intorno alle 9.20 si aveva un quadro definitivo della prova d'italiano. Dunque è Primo Levi l'autore scelto dal Ministero della Pubblica Istruzione per l'analisi del testo. La traccia parte con la prefazione de "La ricerca delle radici", facendo riferimento ai capisaldi della formazione dello scrittore e chiedendo ai ragazzi di indicare quali sono stati i libri e gli autori che ne hanno determinato la formazione.

 

Per quanto concerne il tema storico si è proposto la questione delle foibe, per la prima volta trattata nell'esame di stato. Partendo dalla decisione di introdurre il "giorno del ricordo" per conservare e ricordare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, si chiedeva "ai candidati di delineare la complessa vicenda del confine orientale soffermandosi in particolare sugli eventi tra il 1943 e il 1954".

 

Per l'ambito artistico-letterario si è parlato invece di "Piacere e piaceri" fra testi di D'Annunzio e Leopardi e dipinti di Botticelli e Picasso. La traccia ha esplorato tutti gli ambiti del piacere, spaziando, nella proposta dei documenti, dal sesso al dolore. Oltre a D'Annunzio (per il piacere fisico), e a Leopardi (con il suo accento sulla sofferenza umana), sono stati citati Ungaretti, Brecht, Mantegazza.

 

Per quanto concerne l'ambito socio-economico il titolo ricorda un film di Gabriele Muccino, "La ricerca della felicità", ma i testi citano l'articolo 3 della Costituzione, la dichiarazione di indipendenza Usa, il sociologo polacco Bauman e Pellizzari. La traccia ha citato anche un articolo del quotidiano "La Stampa" dedicato alla crescita economica, con un punto di vista sull'impatto che essa può avere sul fronte della felicità personale, ed una dichiarazione di Zamagni nella quale si sostiene che la felicità nasce anche dalla condivisione.

 

La traccia dedicata ai giovani e la politica, dal titolo "Il ruolo dei giovani nella storia e nella politica: parlano i leader". è quella che rientra nella tipologia B, saggio breve o articolo di giornale: nei documenti allegati vi sono testi di Benito Mussolini, Palmiro Togliatti, Aldo Moro e Giovanni Paolo II.

 

La traccia scientifica è stata  dedicata agli Ufo con il titolo "Siamo soli?", riferito alle presenze nell'universo. Agli studenti è stato proposto un nutrito pacchetto di documenti che spaziano dal campo della filosofia a quello della scienza, proponendo scritti di Kant e di Stephen Hawking.

 

Il tema d'attualità (tipologia D) è stato dedicato al ruolo della musica nella società contemporanea: "La Musica, diceva Aristotele, non va praticata per un unico tipo di beneficio che da essa può derivare, ma per usi molteplici, poichè può servire per l'educazione, per procurare la catarsi e in terzo luogo per ricreazione, il sollievo e il riposo dallo sforzo".

 

Allo studente era stato chiesto si soffermarsi "sulla funzione, sugli scopi e sugli usi della musica nella società contemporanea", potendo fare "riferimento anche a sue esperienze di pratica e/o ascolto musicale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -