Maxi-deficit Ausl, la direttrice Petropulakos: "Non è colpa dell'Irst"

Maxi-deficit Ausl, la direttrice Petropulakos: "Non è colpa dell'Irst"

"Circa le dichiarazioni dell'ex direttore generale della Ausl di Forlì, Claudio Mazzoni, comparse in data odierna (lunedì 24 maggio ndr) sul quotidiano il Resto del Carlino, va in primo luogo sottolineata la assoluta contraddittorietà di quanto affermato: da un lato il dr. Mazzoni indica le ragioni del disavanzo dell'Azienda Usl di Forlì, dall'altro accusa chi gli è succeduto di aver creato ad arte il disavanzo stesso peggiorando i conti, che Mazzoni aveva presentato in pareggio".

 

"Al contrario l'attuale Direzione ha affrontato la complessa vicenda del bilancio 2008 con estrema prudenza avendo attenzione ad accertare i fatti nella loro reale consistenza, tanto che alcuni elementi minori emersi dopo la chiusura del bilancio stesso dimostrano come le scelte fatte hanno semmai lievemente sottostimato il disavanzo 2008. Senza entrare nello specifico delle singole questioni, per rispetto verso il lavoro dell'Autorità Giudiziaria, posso assicurare che l'Azienda di Forlì e tutto il suo personale stanno lavorando con serietà e spirito di servizio per risolvere una situazione particolarmente complessa, nella ricerca della verità e delle soluzioni per il futuro".

 

"Ho già avuto modo di evidenziare i benefici prodotti dall'Area Vasta per l'intero sistema Sanitario romagnolo e non risponde al vero l'indicazione dell'IRST come 'colpevole del maxi deficit dell'Usl di Forlì '.Oggi tutti i professionisti della Azienda Usl sono impegnati a conseguire l'obiettivo di una maggiore sostenibilità del sistema forlivese, senza compromettere la qualità dei servizi. Il lavoro è complesso e potrà essere affrontato solo se assieme ai professionisti, che già lo stanno facendo, tutti i soggetti interessati daranno prova di senso di responsabilità ed equilibrio".

 

 

Dichiarazione della direttrice generale dell'Ausl di Forlì Licia Petropulacos

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -