Maxi-sequestro da oltre 300 milioni di euro ai boss della mafia

Maxi-sequestro da oltre 300 milioni di euro ai boss della mafia

PALERMO – Maxi sequestro di beni mobili e immobili da parte della Guardia di Finanza di Palermo contro i boss di cosa nostra, che si sono visti sottrarre quasi 309 milioni di euro di beni intestati a quelli che vengono ritenuti dei ‘prestanome’ della mafia.


A subire i colpi più pesanti sono stati i capi dei mandamenti Pagliarelli, Noce, Malaspina-Cruillas, Boccadifalco e i clan mafiosi di Torretta, Carini e Castelvetrano (Trapani). Tra le persone colpite dai provvedimenti c'e' anche il boss di Cosa nostra, Antonino Rotolo, considerato uno dei vertici della mafia fino al suo arresto, avvenuto nel giugno del 2006 nell'ambito dell'operazione 'Gotha', che decapito' la Commissione provinciale di Cosa nostra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i beni sequestrati figurano 14 societa', 102 immobili, 10 automobili e 44 tra rapporti bancari e polizze assicurative. A coordinare le indagini il procuratore aggiunto Roberto Scarpinato e il sostituto Dario Scaletta.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -